Quali sono le razze di gatti che si adattano meglio alla vita da appartamento? Chiunque conosca le attitudini di questi felini sa che adorano la propria indipendenza, ma sono anche in grado di sviluppare rapporti stretti con i loro padroni, di cui gradiscono la compagnia, soprattutto quando si tratta di ricevere coccole. Nonostante la loro natura autonoma e selvatica, non disdegnano accoccolarsi sul divano vicino a noi umani nei momenti di riposo. Inoltre, pur essendo formidabili cacciatori, si accontentano di giocare con piccoli topolini di stoffa, pezzi di carta o persino una briciola per terra.

Insomma, i gatti non vivono come una tortura la mancanza di vita all’aperto, a patto di fornir loro adeguati stimoli mentali. Tuttavia, chi si sta chiedendo come prendersi cura di un gatto deve sapere che alcune razze sono decisamente più affettuose di altre. Ecco quali sono le 6 razze di gatti da appartamento che meglio si adattano alla vita domestica.

Quali sono le razze di gatto più adatte alla vita da appartamento?

I gatti non sono tutti uguali. Ogni razza ha un carattere peculiare che incide sulla sua predisposizione alla vita casalinga.

Tra le razze feline più adatte alla vita da appartamento c’è sicuramente il Ragdoll, un gatto domestico dal carattere docile e affettuoso che ama condividere la vita con gli esseri umani, con i quali instaura un rapporto di completa fiducia. Il nome Ragdoll, “bambola di pezza”, sta proprio ad indicare la tendenza di questo gatto a rilassarsi quando viene accarezzato, diventando, appunto, simile a una bambola di pezza.

La scelta del micio ideale per la vita da appartamento potrebbe ricadere anche sul Certosino, il gatto dei monasteri francesi. Pur essendo un felino indipendente, molto abile nella caccia e dall’indole schiva, il Certosino si contraddistingue per la sua capacità di adattamento: in casa non se la prende con tende e divani e non disdegna il contatto umano e le coccole, a patto di rispettare i suoi tempi e non forzarlo.

Particolarmente famoso come felino da tenere in casa e coccolare è il Persiano, gatto dall’indole docile e affettuosa che riesce a vivere anche in spazi limitati. È l’incarnazione del perfetto gatto da salotto: pigro, elegante nei modi e amante dei lunghi sonnellini, adora gli ambienti calmi e tranquilli in cui si aggira con fare composto e posato. Ciò non gli impedisce di essere socievole, affettuoso e amante del gioco e della compagnia umana.

Chi ha deciso di far entrare un micio nella propria casa potrebbe scegliere un Siamese, gatto che si caratterizza per i tratti estetici orientali e il temperamento calmo e mansueto. Intelligente, estroverso e arguto, ama giocare e ha bisogno di essere stimolato con quanti più oggetti possibili. È possessivo con la persona di famiglia prescelta, ma non ama gli estranei ed è rassicurato dalla stabilità dell’ambiente domestico.

Nella lista delle 6 razze di gatti da appartamento rientra a pieno titolo anche il Maine Coon, o gatto procione, il gigante americano dall’indole estremamente mite. Il Maine Coon è un felino di grandi dimensioni, ma dal carattere socievole e giocherellone che manifesta un forte attaccamento verso il suo amico umano. Intelligente e comunicativo, si affeziona molto alla famiglia e segue con diligenza le indicazioni del padrone, anche se non disdegna momenti di indipendenza.

Infine, tra le razze feline più adatte alla vita casalinga spicca il British Shorthair, un gatto che si dimostra disciplinato e poco rumoroso nonostante sia vivace, socievole e attivo. Amichevole e indipendente, il British Shorthair sa badare a stesso, non richiede molte attenzioni e rimane fedele al suo padrone.

Frequentare un corso di animal care può essere un’opportunità per apprendere nuove conoscenze e imparare le migliori tecniche per prendersi cura dei propri animali domestici.