Molte persone amano circondarsi di animali e sono sempre pronte ad accudirli e a soddisfare i loro bisogni, per questo gli studi veterinari si sono moltiplicati e la ricerca di professionisti presso questi luoghi di lavoro è cresciuta in maniera esponenziale. Se si è alla ricerca di nuove opportunità lavorative e allo steso tempo si amano gli animali, decidere di intraprendere la carriera di assistente veterinario – un lavoro appassionante e che garantisce ottimi compensi – può essere una buona idea.

Come diventare assistente veterinario


Per intraprendere la carriera di assistente veterinario è necessario essere in possesso di un diploma d’istruzione secondaria e seguire un corso che prepari a conoscere tutto ciò che riguarda il mondo dell’assistenza animale. Esistono tantissimi corsi per diventare assistente veterinario. CEF, Centro Europeo di Formazione, nel suo catalogo formativo ha la specializzazione per assistente veterinario per fornire le competenze necessarie per intraprendere questa professione; il corso per diventare assistente veterinario è suddiviso in moduli ed è fruibile a distanza. Al termine del corso viene rilasciato un attestato. Inoltre è consigliato, durante il percorso di studi, effettuare dei tirocini presso degli studi veterinari.

Vuoi diventare Assistente Veterinario?
Scopri subito il Master Animal Care

Le mansioni principali dell’assistente veterinario


L’assistente veterinario è una figura professionale relativamente nuova, visto che prima degli anni 2000 non era previsto nessun inquadramento legislativo per chi esercitava questa professione. Questa figura si occupa principalmente di coadiuvare il lavoro del veterinario, sia presso lo studio che a domicilio. Il ruolo dell’assistente veterinario prevede lo svolgimento di diverse mansioni molto importanti. Tra queste ricordiamo quelle relative all’accoglienza dei clienti, in modo da fornire loro tutte le informazioni utili, e quelle relative alla gestione dello studio, in particolare per quello che riguarda l’assegnazione degli appuntamenti e la compilazione delle schede dei pazienti. Se si lavora presso uno studio veterinario, uno dei compiti da svolgere sarà quello di sorvegliare gli animali degenti, senza dimenticare di aggiornare il professionista. Considerata la sua profonda conoscenza degli animali, l’assistente veterinario può lavorare anche presso delle farmacie veterinarie o delle attività commerciali specializzate nella vendita di prodotti per animali.
Quando si assiste un veterinario, è necessario occuparsi anche di predisporre tutti gli strumenti medici e di preparare le sale per consentire il corretto svolgimento del lavoro. L’assistente veterinario è formato per riconoscere le situazioni di urgenza per agevolare il veterinario intervenendo tempestivamente nell’organizzazione dello studio o dell’ambulatorio. Presso gli studi veterinari, sarà compito dell’assistente garantire elevati standard di igiene e sicurezza in tutti gli ambienti dello studio.
L’assistente veterinario deve essere anche in grado di tranquillizzare e calmare i proprietari di animali e creare un clima confortevole e rilassante, per evitare che gli animali si spaventino o causino danni alle cose o alle persone.

Dove lavora l’assistente veterinario


Molti pensano che l’assistente veterinario possa trovare lavoro esclusivamente presso degli studi veterinari, ma vi sono tanti altri luoghi dove esercitare questa professione. Questa figura può lavorare presso farmacie veterinarie o nei classici negozi di vendita per animali domestici. Presso i negozi specializzati potrà aiutare i clienti nella ricerca dei prodotti più adatti o offrire consulenze per la cura e il benessere dei propri animali. Se si amano gli animali, ma si vuole lavorare con maggiore libertà e flessibilità, si può decidere di intraprendere la carriera di pet sitter e occuparsi solo degli animali domestici.

Vuoi diventare Assistente Veterinario?
Scopri subito il Master Animal Care

Le qualità richieste per un assistente veterinario


La figura dell’assistente veterinario è importantissima per il corretto svolgimento delle visite mediche e per tranquillizzare i pazienti in attesa, per questo viene richiesto al professionista di essere molto abile nel controllare qualsiasi tipo di situazione e allo stesso tempo che possieda alcune qualità specifiche: sensibilità, empatia, calma, capacità di problem solving e intraprendenza. Quando si svolge questo lavoro – in cui è possibile ritrovarsi a lavorare anche con animali di grossa taglia – è importante avere la capacità di calmare e tranquillizzare sia gli animali sia i loro padroni.
Il lavoro di un assistente veterinario può essere molto stressante e impegnativo, soprattutto se si lavora presso delle cliniche veterinarie, considerato che alcune sono aperte giorno e notte e anche durante i giorni festivi. Per migliorarsi e aumentare le proprie possibilità lavorative si può decidere di seguire dei master o altri corsi formativi in modo da ottenere diverse qualifiche, importanti per avanzare nel mondo del lavoro.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento