Una delle figure sempre più richieste, con i ritmi frenetici lavorativi e i tanti impegni della vita moderna che spesso non consentono di seguire in modo adeguato gli affetti e i nostri cari, è quella dell’assistente alla persona. Si tratta di una mansione professionale molto particolare e di cui la nostra società non può più fare a meno. Gli assistenti alla persona sono coloro che dovranno prendersi cura di un soggetto, tenendo conto delle sue necessità e dei suoi bisogni; ecco perché è importante che l’assistente sia una figura competente.

Vediamo, nel dettaglio, cosa fa questa figura e come si diventa assistente alla persona.

Vuoi iniziare a lavorare con i bambini?
Scopri il Master per diventare Assistente all' Infanzia

Assistente alla persona: chi è

L’assistente alla persona, come abbiamo già anticipato, deve essere una figura di grande empatia e sensibilità e deve sapere come fronteggiare situazioni di difficoltà più o meno gravi. Il suo ruolo è quello di garantire la sicurezza per quelle persone in una situazione di svantaggio sociale o di limitata autonomia. Molto spesso lavora in gruppo in strutture che si occupano di soggetti bisognosi, per cui vi è la necessità di fare squadra con operatori socio-sanitari di ogni genere.

L’assistente alla persona, però, può anche lavorare in casa. Si tratta di veri e propri professionisti adeguatamente formati e in grado di fornire un aiuto concreto. Queste figure, devono essere in grado di mettersi in gioco quotidianamente, entrando in sintonia con l’assistito e interpretando ogni sua necessità. Per tale ragione l’assistente alla persona è una figura di fondamentale importanza, che deve conferire sollievo, sicurezza e umanità a chi è in difficoltà.

Assistente alla persona: chi sono i suoi assistiti

L’assistente alla persona si rivolge a soggetti che soffrono di disabilità, agli anziani ma anche bambini. Ad un livello più generale, la figura svolge un ruolo chiave anche per tutti coloro che combattono contro le dipendenze e sono costretti ad un ricovero presso strutture specializzate nel recupero. Molte di queste categorie, come ben sappiamo, vivono in situazioni molto complicate e l’assistente alla persona può essere molto importante per consentire un pieno sostegno a chi è più in difficoltà. L’assistente alla persona opera spesso dove il settore pubblico non arriva, trovando spesso impiego in strutture private.

Per diventare dei veri professionisti, serve una preparazione adeguata su anziani, bambini e casi difficili, ecco perché non ci si può improvvisare operatori del settore – considerato anche il ruolo particolarmente delicato – ma è necessario studiare e prepararsi in modo accurato.

Assistente alla persona: mansioni

Per ricoprire tale ruolo è importante possedere, una buona capacità di mettersi a disposizione, disposizione al sacrificio e tanta passione nel proprio lavoro. Inoltre è necessario imparare a relazionarsi con il soggetto bisognoso, per cui è richiesta anche una particolare sensibilità, in modo da non urtare i sentimenti dell’assistito. Sarà necessario fare di tutto perché il soggetto si senta incluso e parte della società, facendo il possibile per non far pesare allo stesso la sua disabilità.

Un’assistente alla persona, inoltre, deve, come dice la parola stessa, assistere il soggetto nelle sue necessità quotidiane. Se, ad esempio, si opera per un anziano, bisogna fare in modo che questo si senta tranquillo e in mani sicure; se si tratta di pazienti allettati è bene che l’assistente riesca a sopperire anche alle esigenze della casa ma anche all’igiene personale dell’assistito. Qualora ciò non fosse possibile, allora, bisognerà operare in team con altri soggetti utili alla causa.

Un assistente alla persona, infine, deve sapere sempre come individuare eventuali ostacoli al sereno scorrimento della vita dell’assistito, individuando i bisogni e le necessità prima che queste si palesino.

Le mansioni dell’assistente alla persona sono molto impegnative e richiedono una preparazione di alto livello; se in possesso di questa, è un mestiere che può essere svolto con serenità e con importanti gratificazioni. La gratitudine e la serenità dei propri assistiti è probabilmente il motivo di più grande soddisfazione per i professionisti.

 
Assistente alla persona: come diventarlo

Chi diventa assistente alla persona deve sapere che è necessario acquisire un titolo di studio che certifichi le capacità teoriche e tecniche del professionista. Infatti la formazione teorica deve essere integrata da una parte pratica, per toccare in modo completo alcuni aspetti legati alla medicina, alla salute, alla psicologia, agli aspetti sociali e legali della professione.

Qualora si lavori già in una clinica specializzata o presso la casa di un soggetto non autosufficiente, è possibile migliorare il proprio livello di preparazione seguendo dei corsi online che, come ben sappiamo, sono studiati proprio per permettere a tutti di mettersi alla prova e acquisire maggiori competenze professionali.

I corsi formativi per assistente alla persona sono validi anche per chi intende specializzarsi a fondo su ogni aspetto che concerne tale lavoro, trasformando la propria capacità di mettersi a disposizione degli altri in un vero e proprio lavoro. Perché quindi non mettersi alla prova e intraprendere una carriera così gratificante come quella di assistente alla persona?

Vuoi iniziare a lavorare con i bambini?
Scopri il Master per diventare Assistente all' Infanzia

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento