La passione per il make up ha ormai conquistato milioni di persone in tutto il mondo, diventando un vero e proprio lavoro per molti amanti del trucco. Negli ultimi anni, il make up è diventato un fenomeno social e ogni giorno vengono postati migliaia di tutorial, foto e video che immortalano le originali creazioni dei make up artist, conquistando un pubblico sempre più interessato ai nuovi trend del settore beauty. Se si ha la passione per il make up e si vuole iniziare una nuova carriera lavorativa, si può scegliere di aprire un blog, vediamo insieme come fare.

Come aprire un blog di make up: i primi step

Sul web sono presenti milioni di blog che si occupano di make up, quindi se volete lanciarvi in questa nuova avventura, è opportuno avere le idee chiare e capire come si può fare la differenza rispetto agli altri blogger. Prima di aprire un blog, vi suggeriamo di scegliere l’argomento principale delle vostre pagine web, ad esempio potete concentrarvi sulla presentazione di prodotti beauty, sulla creazione di tutorial per insegnare le tecniche di base o la presentazione dei vostri lavori di make up. Il blog ha un carattere molto personale, quindi deve essere diretto, colloquiale e sincero e non diventare un semplice prodotto promozionale.

Gli utenti che seguono i blog di make up sono curiosi e molto attivi, quindi dovrete essere sempre pronti a rispondere alle loro richieste e a stabilire un rapporto di fiducia e di interscambio. Prima di aprire un blog di make up è sempre opportuno affinare le proprie abilità professionali, perché gli utenti amano e rispettano i professionisti e chi ha maturato esperienza sul campo. Per ampliare le vostre conoscenze e acquisire nuove skills, potete iscrivervi al corso dell’area Beauty CORSICEF come consulente di bellezza e imparare a gestire anche altre attività del marketing digitale come l’influencer marketing.

Studiare il web e i competitor

Dopo aver individuato l’argomento del blog di make up, prima di crearlo partendo da zero, vi suggeriamo di studiare attentamente il web e scoprire come sono strutturate le pagine degli altri competitor. L’analisi del mercato serve soprattutto per individuare con precisione il proprio pubblico e al contempo per realizzare un blog dai contenuti unici e originali. Si può sempre prendere spunto dagli altri blog di make up, ma non bisogna assolutamente copiarli nei contenuti e nella grafica, ma bisogna realizzare uno stile personale, che rispecchi le vostre abitudini di vita e le vostre capacità professionali. Completata l’analisi, il nostro consiglio è di imprimere su carta le idee riguardanti il blog, per poi passare alla fase pratica. Per la creazione ex novo del blog, è opportuno contattare dei professionisti del web come grafici, programmatori e social media manager, che possono esservi d’aiuto soprattutto nelle fasi iniziali.

Come aprire un blog? Aspetti tecnici

Per aprire praticamente un blog di make up, vi sono alcuni step che devono essere obbligatoriamente eseguiti:
– acquistare un dominio;
– scegliere tra CMS o sito personalizzato;
– inserire i contenuti;
– caricare video e foto;
– collegare le pagine social al blog.

Se non si ha molta esperienza nel settore dell’informatica, vi suggeriamo di scegliere di sottoscrivere un abbonamento con un provider che fornisce sia il dominio che il CMS (Content management system) incluso, così dovrete occuparvi solo della scelta della grafica e dell’inserimento dei contenuti. Per una maggiore personalizzazione del blog di make up, potete scegliere di creare autonomamente le pagine web, magari con la collaborazione di una web agency e avere la sicurezza che il sito sia originale e in linea con la vostra mission.

 I contenuti di un blog devono essere interessanti, accattivanti e soprattutto informativi, così da coinvolgere un grande numero di utenti e creare un proprio pubblico di follower. Per quanto riguarda i contenuti da inserire nel blog, si può scegliere tra testi intervallati da immagini, video brevi, tutorial, foto e contenuti interattivi. Per generare traffico sulle vostre pagine si possono iniziare anche delle collaborazioni con delle aziende del settore make up o creare un e-commerce connesso al blog. La costruzione del sito è lo step più importante, visto che non sono previsti adempimenti burocratici per registrare un blog e non è necessario aprire una partita IVA.

Costanza e impegno per un blog di make up

La fase di realizzazione di un blog può essere davvero entusiasmante, soprattutto se si ha una grande passione per il make up e si vuole condividere questo interesse con migliaia di utenti, ma attenzione non è semplice gestire un sito web, se non ci si impegna. Un blog di make up deve essere sempre aggiornato e bisogna creare nuovi contenuti, non basta pubblicare uno o due tutorial e poi sperare che gli utenti vi seguano per sempre.

Per essere sempre presente nelle vite dei vostri utenti, è opportuno postare quotidianamente, aggiornare le pagine social e interagire con i follower, soprattutto se vi chiedono suggerimenti o informazioni. Aprire e gestire un blog di make up può diventare un vero e proprio lavoro, quindi bisogna impegnarsi e attendere con pazienza che si ottengano i risultati sperati.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento