Hai la passione del make-up e vorresti intraprendere una brillante carriera in campo teatrale? La truccatrice teatrale è uno dei mestieri più affascinanti del mondo beauty. Per questo impiego pieno di glamour non esiste però un percorso standard. Scopri tutti gli step necessari per diventare truccatrice teatrale.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Cosa fa una truccatrice teatrale

La truccatrice teatrale, conosciuta anche come make up artist, si occupa del trucco di scena di attori e personaggi che a vario titolo partecipano a produzioni di teatro musicale e di prosa. Una delle sue mansioni è quella di preparare e mantenere il trucco durante pièce teatrali, balletti e spettacoli per supplire ai cambiamenti di luce o per garantire la continuità d’effetto.

La truccatrice teatrale deve applicare il trucco scenico, che ha il fine di alterare le sembianze del soggetto in relazione alle esigenze di copione: invecchiare un attore, renderlo somigliante ad un determinato personaggio, trasformarlo in un mostro, creare tagli, ferite, cicatrici, ecc., usando, ove necessario parrucche, baffi, barbe, maschere, protesi e cosmetici speciali.

Chi fa trucco teatrale o cinematografico ha competenze e una formazione diversa rispetto a chi trucca le modelle, che deve saper creare make up in sintonia con la sfilata. In campo teatrale il trucco risulta spesso grottesco perché, per colmare la distanza tra palco e spettatori, i truccatori sono a volte costretti a marcare con maggior decisione i tratti somatici. Il trucco scenico deve essere visibile fino all’ultima fila, resistere alla luce, al sudore degli attori, e così via.

Il make upartist teatrale è un mestiere che richiede grande abilità manuale, velocità, precisione, sensibilità estetica, osservazione, e anche approfondite conoscenze dei materiali e delle cromie estetiche del viso su cui intervenire.

Come diventare truccatrice teatrale

Il primo passo per intraprendere la carriera di make up artist teatrale è quello di frequentare un corso professionale di truccatore che fornisca le basi teoriche e pratiche necessarie per la realizzazione di un trucco scenico. In Italia esistono molte Accademie per il make up professionale che propongono un’offerta formativa variegata e diversa per quanto riguarda i temi trattati e la durata. Un aspetto importante da verificare è che il corso rilasci un attestato, in modo da avere un riconoscimento ed una certificazione delle competenze acquisite.

Il percorso formativo include l’apprendimento delle tecniche di make-up di base, a cui si aggiungono nozioni avanzate per la realizzazione del trucco di scena. Il futuro make-up artist riceve una preparazione che gli consente di operare con successo in tutti i settori dello spettacolo: teatro, set fotografici, cinematografici e televisivi, sfilate di moda. Un’altra parte del corso verte sulla predisposizione delle stravaganti acconciature di scena e sulla gestione delle parrucche perché i truccatori devono avere anche un minimo di manualità con i capelli. A queste competenze è utile aggiungere una formazione in dermatologia e cosmetologia.

In sostanza, l’allievo impara sia ad occuparsi degli effetti speciali, come truccatore di scena di teatro, sia di trucco tradizionale. Uno dei corsi più validi è sicuramente quello erogato dal CEF, che rilascia un attestato valido sia per attività autonoma che dipendente.

Cosa fare dopo il corso

Dopo aver conseguito l’attestato per make up artist, l’aspirante truccatore teatrale potrà lavorare come dipendente oppure come freelance, a chiamata, previa apertura di Partita Iva: finita una produzione, ne potrà iniziare un’altra.

Il truccatore teatrale deve sapere cos’è il teatro, la sua storia e la sua evoluzione, dal passato ai giorni nostri. Dal punto di vista didattico, è necessario un connubio di pratica e teoria per sviluppare una cultura dell’immagine e imparare ad applicarla concretamente attraverso lezioni sul campo. Per le future truccatrici teatrali o per chi professionista già lo è, ma vuole approfondire le proprie conoscenze, può essere utile iscriversi a un corso di teatro o di recitazione per conoscere meglio il settore. È anche buona norma fare esperienze all’estero per trovare maggiori fermenti e nuovi trend.

Conclusioni

A teatro l’atmosfera è magica, ma chiunque desideri diventare truccatrice teatrale deve capire che non si tratta di un hobby ma di una professione vera e propria che richiede competenze specifiche, metodo e disciplina.

In sintesi, per diventare make up artist teatrale e lavorare con successo in questo campo servono studio, esperienza, disciplina e rigore. Seguendo i nostri consigli, tutte le aspiranti truccatrici teatrali potranno trovare lavoro e trasformare una passione in una professione.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento