Chi è il consulente d’immagine

Considerato, soprattutto in alcuni settori, una figura professionale emergente della nostra epoca, il consulente d’immagine è un esperto dell’aspetto esteriore delle persone, che si occupa quindi del miglioramento del loro modo di vestirsi, muoversi e presentarsi. Il suo compito è quello di curare ogni settore della comunicazione non verbale, facendo impiego di tecniche in grado di valorizzare i punti di forza dell’individuo, minimizzando invece i suoi difetti.

Oltre che per finalità personali, questo professionista può offrire le sue competenze anche in ambito commerciale, per migliorare il business di un’azienda e di qualsiasi attività produttiva.

Tutti conoscono l’importanza che ha l’impatto visivo sul pubblico, un aspetto particolarmente utile e vantaggioso per qualsiasi strategia di marketing. In questi casi il consulente, che spesso ma non necessariamente è un pubblicitario, rivolge la sua attenzione al brand, agli slogan, alla scelta dei testimonial e alla creazione di adeguati spot.

La nascita di questa figura risale agli anni ’80, quando negli USA lo scrittore John Molloy analizzò per la prima volta l’importanza dell’immagine per raggiungere obiettivi personali. Diffusissimo in America e nei Paesi Anglosassoni, questo professionista è diventato un punto di riferimento un po’ in tutto il mondo, confermando le attuali tendenze orientate soprattutto sulla visibilità.

Qual è il ruolo del consulente d’immagine

Il consulente d’immagine non è un assistente personale, né un hair-stylist oppure un make-up artist, non è esattamente un personal shopper, ma è un esperto che deve conoscere tutti questi settori, presentandosi come una figura di riferimento a tutto tondo in grado di prendersi cura dell’interezza della persona da lui seguita. Si tratta di una figura che lavora trasversalmente su più fronti, sfruttando svariate competenze riguardanti:

• comunicazione non verbale;
• gestualità;
• postura;
• analisi del corpo;
• prossemica;
• stile di vita

Tutti questi aspetti sono riferibili sia alla singola persona che ad aziende intenzionate a migliorare la propria visibilità e di conseguenza il giro d’affari. Non bisogna sottovalutare il fatto che una migliore comunicazione visiva può contribuire a rilanciare qualsiasi attività produttiva, creando maggiore empatia con i consumatori. È noto che l’immagine può svolgere un ruolo di estrema rilevanza per condividere in forma visuale un messaggio utile a qualche scopo.

Il consulente d’immagine, occupandosi della personalità e dell’aspetto esteriore del suo cliente, riesce a svilupparne in maniera coerente ed efficace tutte le potenzialità, nell’ottica di incentivare gli introiti.Una delle finalità che si pone questo professionista è quella di garantire credibilità e affidabilità, consentendo di concretizzare il ricordo di una realtà.

Si può quindi affermare che il ruolo del consulente d’immagine è rivolto ai seguenti aspetti:

• valorizzare l’immagine personale;
• migliorare il portamento;
• curare con attenzione abbigliamento e make-up;
• scegliere lo stile più adatto;
• porre attenzione alla gestualità;
• interagire correttamente con l’ambiente esterno

Uno dei suoi compiti è anche quello di assicurare quel vantaggio competitivo, di estrema importanza a livello produttivo, derivante dall’impatto dell’immagine che viene trasmessa. L’obiettivo finale che deve essere raggiunto è di un tangibile miglioramento dell’immagine nella sua totalità, dove ogni singolo particolare è in armonia con gli altri.

Analogamente a un direttore d’orchestra che deve controllare tutti gli strumentisti, il consulente si occupa di un insieme di aspetti relativi alla comunicazione non verbale. Il cliente di solito migliora il proprio aspetto poiché diventa consapevole delle proprie potenzialità, che vengono valorizzate e quindi rese più visibili. Un processo del genere è utile non soltanto ai singoli, ma anche a gruppi di persone.

Percorso formativo del consulente d’immagine

Come è facile capire, la figura professionale del consulente d’immagine richiede una preparazione molto ampia e che si collega a numerosi aspetti formativi. Innanzitutto è necessario che i corsi di formazione siano personalizzati in base alle singole esigenze dei partecipanti, dato che questa professione è particolarmente versatile. È dunque opportuno che i futuri consulenti possano acquisire nozioni ad ampio raggio e relative alla moda, al make-up, al comportamento in pubblico, alla gestualità e all’approccio interpersonale.

Sono previste anche nozioni di marketing dato che l’aspetto promozionale fa parte integrante dell’immagine che si vuole offrire al pubblico, soprattutto per ottimizzare la brand identity.On-line sono disponibili corsi di formazione a distanza che forniscono tutte le competenze necessarie e che, al termine del percorso, rilasciano un attestato valido a livello professionale.

ll nuovo corso CEF per consulente di immagine, prepara questa figura professionale sempre più richiesta da personaggi dello spettacolo, sportivi, politici, manager di grandi aziende e da tutti coloro che, per motivi professionali o personali, desiderano costruirsi un’immagine di successo in linea con il proprio ruolo.

Grazie a una conoscenza approfondita del significato dei colori, delle forme e delle linee, della comunicazione non verbale, dell’etichetta business e social e del branding, i consulenti d’immagine propongono un cambio di look che valorizza il cliente, suggeriscono gli abbinamenti e gli accessori più opportuni per un’immagine di successo. Il Corso è strutturato in una parte teorica, che porta la firma di Diego Dalla Palma, e in una parte pratica a cura di docenti membri AICI Italy Chapter (Associazione Internazionale Consulenti di Immagine) erogata sotto forma di lezioni interattive live streaming. Si tratta di un metodo didattico innovativo e molto efficace ai fini dell’apprendimento, la cui forza sta in una trasmissione a distanza che ha la stessa incisività di una lezione diretta in aula.

Essere un consulente d’immagine significa saper identificare ed esaltare la personalità femminile e maschile adeguandola al ruolo, al contesto, alle caratteristiche fisiche della persona che richiede la consulenza. CORSICEF (Centro Europeo di Formazione) organizza percorsi formativi a distanza per diventare consulenti d’immagine, che consentono di partecipare eliminando l’obbligo della presenza fisica.

Si tratta di proposte e-learning tenute da qualificati docenti, il cui ruolo è quello di garantire una preparazione personalizzata che sfrutta le più avanzate tecnologie di comunicazione. La possibilità di diventare stimati professionisti nel settore della consulenza d’immagine consente di aumentare notevolmente le possibilità d’impiego nel mondo lavorativo.

Stipendio del consulente d’immagine

Anche se non esiste un preciso tariffario che regola questa professione, un consulente d’immagine che lavora continuativamente può percepire uno stipendio pari a circa 3000-3500 euro mensili. Trattandosi di un libero professionista, le sue entrate non sono fisse, ma variabili e in rapporto con la mole di consulenze offerte. Complessivamente si tratta di una professione ben remunerata.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento