Green food: un trend in aumento

Al giorno d’oggi, il numero di amanti del green food è in costante aumento. Ciò è dovuto alla maggiore consapevolezza, da parte dei consumatori, dell’importanza di assumere cibo di qualità, privo di additivi e coltivato in maniera sana. Ma cosa si intende per “green food“?

Alla categoria dei green food appartengono tutti quei cibi, in particolare i prodotti vegetali e dell’orto, coltivati senza l’utilizzo di sostanze chimiche. Alimenti simili vengono immessi sul mercato senza alcun trattamento particolare, il che permette loro di vantare eccezionali proprietà organolettiche. Di pari passo con la diffusione del green food è emersa con grande insistenza la figura dei “green chef“, coloro che si occupano di cucinare usando esclusivamente ingredienti green.

Perché diventare chef vegetariani?

In ambito lavorativo, la figura del green chef sta conoscendo un inaspettato successo professionale. Non potrebbe essere diversamente, visto l’aumento di persone amanti dell’healthy food.

Alla luce di quanto riportato, si può ben intendere come la scelta di un simile percorso formativo possa garantire al futuro candidato un ampio bacino di possibilità lavorative. Si può affermare, in un certo senso, che la “green revolution” sia ancora agli inizi in Italia ma si pone senza dubbio come un trend in aumento. Non vi è niente di meglio che intercettare una tendenza pronta ad esplodere che vedrà consolidarsi delle figure professionali con nuove sfumature.

Vi è la certezza che in futuro, sulle tavole di tutto il mondo, le persone mangeranno in modo più salutare, optando per cibi di qualità e capaci di apportare tutti i nutrienti necessari per il sostentamento. In quest’ottica, la figura dello chef vegetariano assumerà un’importanza fondamentale in quanto i ristoranti aumenteranno il recruiting di professionisti simili, in modo tale da arricchire il reparto cucina con profili certificati.

Diventare green chef: la scelta del percorso formativi

Come diventare chef vegetariani? Quali sono le scelte formative adatte a svolgere la professione?

In primo luogo, una scelta essenziale riguarderà la frequentazione di un istituto alberghiero. A quest’ultimo ci si potrà iscrivere dopo il conseguimento della licenza media, step essenziale per accedere all’insegnamento dell’istituto.

All’interno di una scuola alberghiera si potranno apprendere metodi e segreti per la preparazione delle pietanze, per la scelta degli ingredienti, per la corretta combinazione del cibo a disposizione e per la mis en place

Una volta ottenuto il diploma, il candidato è libero di approfondire la propria formazione scegliendo un corso professionale ad hoc. I corsi aiutano a plasmare ulteriormente le proprie conoscenze, oltre che ad aiutare il futuro professionista a specializzarsi.

Va detto anche che l’accesso ad un corso professionale, generalmente, non richiede il conseguimento del diploma: chi ha intenzione di partecipare ad un percorso formativo, di solito, può farlo anche con la sola licenza media, in questo modo potrebbe accelerare, in un certo senso, l’ingresso nel mondo del lavoro.

Integrare la formazione scolastica con i corsi professionali

I corsi professionali sono una delle soluzioni più efficaci per trovare lavoro. Al loro interno vengono erogati svariati insegnamenti, a seconda della tipologia di formazione prescelta.

In linea di massima, i corsi vengono organizzati da scuole o enti autonomi, per poi essere messi a disposizione di tutti coloro che intendono ottenere una qualifica. Ciò vale anche per i green chef, per i quali esistono corsi appositi da frequentare in presenza o in modalità telematica.

Al giorno d’oggi, infatti, vivendo un periodo storico complesso a causa della pandemia, frequentare un corso in presenza può risultare difficoltoso, ma la maggior parte degli istituti garantisce l’erogazione degli insegnamenti anche in modalità telematica. Un esempio è dato dai corsi CEF (Centro Europeo di Formazione), che permettono ai diretti interessati di optare per la formazione che ritengono più adatta alle proprie attitudini.

Le opportunità lavorative per i green chef

Venendo agli aspetti pratici della questione, quali sono le prospettive lavorative di uno chef vegetariano? Com’è logico che sia, il green chef risulterà particolarmente ambito all’interno dei ristoranti pronti a sperimentare nuovi trend sia con locali appositi che in realtà che hanno il desiderio di andare incontro a diverse esigenze del proprio target, come ad esempio i ristoranti delle navi da crociera o i villaggi turistici. In luoghi simili lo chef in grado di cucinare al meglio i vegetali, preparandoli ad hoc per i propri clienti, risulterà certamente molto ambito.

Insomma, l’assunto è chiaro: il green chef sta conoscendo e conoscerà grande successo nell’immediato futuro, sia per la salute del nostro organismo e la ricercatezza per il palato che per il bene del nostro pianeta.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento