Dai semi di canapa sativa è possibile ricavare la nutriente farina di canapa che può essere utilizzata per diversi scopi e che porta molti benefici all’organismo. Al suo interno, infatti, sono presenti svariate proprietà organiche, in grado di apportare effetti positivi sul corpo, come rinforzare il sistema immunitario, il sistema nervoso e quello ormonale.

Ma come si ottiene e si utilizza la farina di canapa? Quali sono i suoi benefici specifici?

Come ottenere la farina di canapa

La farina di canapa può essere acquistata regolarmente al supermercato. Tuttavia, non sempre la si trova con facilità: alcuni centri commerciali non ne sono provvisti, per questo potrebbe essere necessario recarsi in negozi bio.

In alternativa, si può ricavare la farina attraverso una lavorazione artigianale e l’utilizzo di un torchio domestico – noto comunemente come “torchietto” – per macinare di proprio pugno i semi di canapa. Passando all’interno del torchio, le sementi vengono sbriciolate dall’azione del macchinario e si ottiene una polvere morbida subito pronta per il consumo.

Farina di canapa: alla scoperta delle sue proprietà

Nella farina di canapa si possono trovare tutti e otto gli amminoacidi essenziali. Tra questi, in particolare, si segnala la presenza di cisteina e metionina, generalmente scarsi in altre proteine vegetali. A livello proteico, il 65% delle proteine della canapa coincide con la edestina. Inoltre, questa è priva di glutenina e gliadina. Ciò significa che è perfetta anche per le persone intolleranti al glutine e celiache.

La farina di canapa è un ottimo alimento per consumare il giusto apporto di fibre, magnesio, potassio ferro e molto altro! Al suo interno possiamo trovare la vitamina E, la quale aiuta a combattere l’invecchiamento delle cellule favorendo la rigenerazione dei tessuti. In più, presenta una grande quantità di grassi polinsaturi, specialmente gli acidi grassi omega-3 e omega-6, i quali non vengono prodotti naturalmente dal corpo e necessitano di essere assorbiti attraverso l’alimentazione. I benefici di questi grassi sono numerosi, ma in particolar modo aiutano a prevenire i disturbi cardiovascolari e forniscono proprietà antiossidanti. 

Dunque, la farina di canapa risulta essere un alimento straordinariamente ricco di proprietà e perfetto per essere integrato all’interno della propria alimentazione, al fine di migliorare il benessere e l’efficienza dell’organismo a lungo termine.

Gli usi della farina di canapa: dal pane alla pizza

La farina di canapa è un ingrediente che si presta bene a una moltitudine di ricette, in particolar modo alle pietanze a base farinacea, come biscotti, pizza, pane e dolci lievitati. Inoltre, questa può essere adoperata anche per la preparazione di torte salate, o come addensante per minestre, budini o frullati proteici.

Un altro impiego ha a che vedere con l’impasto per la pasta fresca fatta in casa. Infatti, la farina di canapa può sostituire quella tradizionale per creare piatti con il giusto equilibrio tra carboidrati e proteine.

In conclusione, la farina che si ottiene dai semi di canapa è un prodotto ideale da tenere sempre nella propria dispensa in quanto si adatta facilmente sia alle ricette dolci che a quelle salate, rendendole più gustose.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento