Il mondo del make-up è molto vasto. Proprio per questo servono conoscenze professionali per entrare in questo settore, soprattutto per chi volesse trovare un impiego nel cinema, ambiente tanto gratificante quanto esigente. In esso il trucco non è solo uno strumento di bellezza, ma è anche un mezzo comunicativo da adattare alle esigenze sceniche.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Lavorare come truccatrice: da una passione al lavoro

Il trucco è la passione di tantissime persone. Per trasformare però una passione in un lavoro retribuito servono tempo e dedizione. Il mondo del make-up è molto variegato e spesso ci si trova a dover fronteggiare tante richieste da parte dei clienti, che richiedono un lavoro rapido e di qualità. Sebbene il trucco abbia sempre rivestito un ruolo centrale nella cura dell’aspetto esteriore, è solo in tempi moderni che questo è stato elevato a vera e propria professione. Il mestiere di truccatore è molto richiesto: richiede tuttavia certificazioni e corsi di aggiornamento continui. Questo perché per quel che riguarda il make-up – così come per tante altre mansioni – si deve star al passo con i tempi. In molti pensano che sia solo un gioco di pennelli e blush, ma invece tutto ciò richiede creatività e molto studio. Infatti, le diverse fisionomie di ognuno fanno sì che il make-up artist debba essere in grado di esaltare le caratteristiche di ciascun viso.
In tempi odierni, in cui l’aspetto esteriore svolge un ruolo centrale, il lavoro di truccatrice è diventato sempre più importante. Ecco che in ogni produzione televisiva o cinematografica trovano spazio gli esperti di make-up, che lavorano al fianco di registi o scenografi per modellare e piegare alle loro esigenze i volti degli attori.

Come fare per lavorare come truccatrice?

Per lavorare come truccatrice è fondamentale essere spinti da una forte motivazione. Se questo mestiere è il frutto di una passione coltivata con dedizione nel corso del tempo, la gratificazione di riuscire professionalmente sarà davvero molta, sia dal punto di vista personale che economico. Questo vuol dire che il lavoro di truccatrice può nascere basandosi sulle solide fondamenta della volontà e della determinazione.
Nel corso del tempo però, sarà necessario acquisire ulteriori competenze, magari attraverso dei corsi professionali, molto importanti per affinare le proprie abilità e per diventare sempre più bravi nel settore. Un consiglio che crediamo possa essere importante per tutti coloro che si affacciano a questo meraviglioso mondo è quello di lasciarsi guidare da maestri e truccatori con più esperienza, che siano in grado di farvi crescere professionalmente. Soprattutto in un ambiente come quello cinematografico, dove i dettagli fanno la differenza e la qualità del lavoro richiesto è elevatissima. Insieme alle tecniche di make-up, sarà importante conoscere i diversi aspetti del mondo della bellezza e della cura della pelle. Questo settore comprende in modo particolare tutti i prodotti usati per la skincare e anche per le basi make-up idonee per i visi più svariati. Solo grazie ai corsi professionali si possono avere tutte le conoscenze base su creme, oli e altri prodotti di questo genere. Ogni passaggio nel trucco è fondamentale, così come lo è l’uso di prodotti e strumenti specifici nel farlo.

I consigli di una truccatrice cinematografica

Lavorare al cinema o in televisione come truccatrice e make-up artist professionista può sembrare difficile. Tutto ciò si può comprendere bene proprio perché a volte la mole di lavoro che si deve portare a termine prima di una registrazione è davvero tanta. Basta però seguire dei consigli e dei trucchetti per gestire il proprio tempo in maniera consona. Il lavoro del truccatore, soprattutto per scene o eventi televisivi importanti, inizia la sera prima. Egli infatti potrà richiedere alla produzione delle foto degli attori che dovrà truccare, in modo da avere già un vantaggio in termini di conoscenza del volto e poter studiare i colori e le tecniche da adottare. Spesso le donne vengono truccate con un make-up molto semplice: rossetto e eyeliner essenziali con aggiunta di un leggero contouring. Questo per far sembrare il trucco più naturale possibile. In base all’incarnato si andranno poi a prendere in considerazione toni più scuri o chiari in base alle necessità di scena. Questo si rivela importante per il mondo del cinema e della tv dove si è costantemente sotto i riflettori – che con il loro calore possono far colare il trucco – o zone d’ombra. Generalmente un trucco molto elaborato comporta ritocchi continui, specie prima di ogni ciak; diversamente un trucco classico, concentrato su pochi punti e con focus su occhi o labbra, è molto più gestibile. Il cinema e tutte le sue imposizioni portano una truccatrice a lavorare senza sosta e con molte persone. Il suo lavoro, sia nell’esecuzione che nel risultato finale, dovrà essere perfetto. È fondamentale riuscire a rispettare le scadenze e le pressioni della produzione e consegnare alla scena i volti di attrici e attori perfettamente truccati.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento