Soft skills: qual è il loro significato

Al giorno d’oggi chi è in cerca di un lavoro sa bene che ci sono molti elementi da tenere in considerazione per fare in modo che la propria candidatura venga considerata. Uno di questi è senza dubbio legato alla realizzazione di un buon curriculum vitae, nel quale il datore di lavoro può avere delle informazioni dettagliate sul candidato.

Non tutti, però, sanno che strettamente legate al curriculum vitae sono le soft skills, le abilità che riguardano un’area particolare delle competenze personali.

A differenza delle hard skills, che si riferiscono alle capacità tecniche del candidato, le soft skills tengono in considerazione il modo in cui la persona è in grado di agire a livello comunicativo e sociale. Pertanto, affinché si possa essere scelti per quel determinato lavoro, è fondamentale soddisfare tanto le hard skills quanto le soft skills.

È bene dunque cercare di capire quali siano le soft skills più richieste dalle imprese in modo tale da avere maggiori probabilità di ottenere l’impiego dei propri sogni. Ecco quindi quali sono quelle da non sottovalutare secondo alcuni studi condotti recentemente.

Capacità di reinventarsi e creatività

La creatività costituisce senz’altro una delle soft skills più richieste dalle aziende negli ultimi tempi. Sono le idee innovative quelle davvero vincenti e riuscire a proporre qualcosa di originale al pubblico è sicuramente una dote molto apprezzata dagli imprenditori.

Pertanto è importante avere la capacità di inventare e di reinventarsi, per proporre sempre nuove soluzioni ai piccoli e grandi problemi dell’impresa con spirito di iniziativa e attenzione alla novità. Quella della creatività dunque può rappresentare una vera e propria risorsa che deve essere sfruttata nel migliore dei modi, al fine di ottenere il successo desiderato.

Lavorare con gli altri: l’importanza del team

All’interno delle aziende la collaborazione tra i dipendenti è una delle peculiarità assolute. Avere la propensione a lavorare in team e sapersi relazionare con gli altri colleghi è una dote estremamente importante per garantire un corretto svolgimento delle operazioni e per mantenere un buon ambiente lavorativo. Questa abilità consente di valorizzare il lavoro di tutti e migliorare la produttività aziendale, nonché la felicità di ogni impiegato.

Tempo e puntualità

In un mondo in cui tutto va più veloce, il tempo è prezioso. Questo è vero tanto per le aziende che operano in settori innovativi, come quelli tecnologici e delle telecomunicazioni, quanto per quelle che lavorano in contesti più tradizionali. Proprio per questo la gestione del tempo è fondamentale per i dipendenti di un’impresa; la puntualità è una dote che non può essere sottovalutata sia nella gestione delle scadenze che nell’organizzazione delle attività. Avere il controllo della situazione e saper gestire anche i momenti più difficili è una delle soft skills senz’altro più richieste.

Saper risolvere i problemi in modo efficiente

La risoluzione dei problemi – il cosiddetto problem solving – in modo efficace e valido è una delle soft skills più apprezzate dalle imprese che cercano un dipendente.

Può capitare infatti che durante un lavoro sorgano dei problemi e che questi ultimi debbano essere risolti in fretta per non andare ad impattare negativamente sull’andamento del lavoro. Il candidato dovrà dunque essere in grado di trovare le soluzioni più adatte, mantenendo un atteggiamento positivo e analizzando tutti i pro e i contro.

Essere motivati e avere voglia di fare

Tra le soft skills più richieste dalle imprese non può mancare la motivazione.

Molti si candidano per posizioni che non corrispondono esattamente al lavoro dei loro sogni o che non rientrano nella loro sfera di competenza.

È importante invece svolgere la propria professione con tanta motivazione e voglia di fare. Solo così il lavoro può diventare motivo di soddisfazione e di crescita professionale e a beneficiare di questo non sarà solo il candidato ma anche l’azienda, considerato l’impatto che ha la motivazione sulla produttività.

Pertanto dedicarsi con impegno e volontà a un lavoro rende senz’altro più probabile l’accettazione della propria candidatura rispetto a quella altrui.

Fare attenzione alle soft skills e al curriculum per cercare un lavoro

Oltre alle soft skills e al curriculum vitae è fondamentale anche candidarsi per un lavoro avendo una preparazione adeguata. Per questo motivo è utile seguire dei corsi di formazione come i Corsi CEF, che assicurano una preparazione idonea per affrontare tante professioni. Solo così si potrà avere una maggiore probabilità di aver successo e di ottenere il lavoro dei propri sogni.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento