L’image consultant è la professione del futuro. Importata direttamente dagli Stati Uniti e dai Paesi di tradizione anglosassone, è una figura molto qualificata che si occupa di valorizzare l’immagine delle persone, definendo lo stile, curando la personalità, il portamento e la gestualità. Ma quanto guadagna un image consultant a Londra?

Image consultant: chi è e come nasce questa figura professionale

Ancora poco nota in Italia, la professione dell’image consultant è nata quasi per caso. Le prime consulenti d’immagine furono le costumiste di Hollywood, le quali avevano il compito di curare il look delle attrici, scegliendo gli outfit perfetti per mettere in risalto le curve delle donne, concentrando l’attenzione sui punti di forza e mascherando così qualche piccola imperfezione. A tal proposito, un ruolo centrale svolgevano anche l’acconciatura e il make-up che definivano il personaggio, facendolo diventare una vera e propria icona.

Il ruolo dell’image consultant, pertanto, è molto articolato. Lo scopo principale è guidare la persona alla scoperta di sé effettuando un percorso di crescita personale.

Professione molto richiesta tra i personaggi del piccolo e del grande schermo, della musica, dello spettacolo e della politica la cui immagine costituisce un importante biglietto da visita, l’image consultant si sta facendo strada anche tra i privati, le aziende e i settori più diversi.

Il numero dei neo laureati, dei liberi professionisti, dei dirigenti e degli impiegati che richiedono una consulenza personalizzata è in costante aumento. La necessità di migliorarsi, di prendersi cura del proprio aspetto è strettamente legata all’immagine dell’azienda. Costituisce una linea di coerenza con il business, la mission e i valori aziendali da trasmettere al cliente, ai partners, nonché ai fornitori, rafforzando così la corporate identity.

Come diventare consulenti d’immagine

L’image consultant non è solo una figura in grado di abbinare outfit originali e alla moda, ma è molto di più. Non basta avere buon gusto, una naturale predisposizione e passione per la moda, ma richiede un’ottima formazione e grandi capacità comunicative. Il consulente d’immagine crea un rapporto di complicità con il cliente, in modo da entrare nel suo mondo, conoscerne le peculiarità, i comportamenti, i punti di forza e le debolezze. Partendo da uno studio analitico, valorizza la personalità del cliente, tirando fuori i pregi e allontanando le insicurezze. Inizia dal look, continuando poi con il trucco e l’hair style, fino a fornire qualche utile consiglio di stile e bon ton.

La consulenza può avere una breve durata come anche continuare negli anni. La concorrenza è tanta, specialmente a Londra e per potersi fare strada in questo settore è importante avere un’ottima preparazione. Non c’è spazio per la spontaneità e l’improvvisazione.

Le competenze di un image consultant riguardano pertanto l’armocromia, ovvero l’armonia dei colori, lo studio morfologico della figura e del viso, il public speaking. Inoltre, la professione ha diversi campi d’azione: può spaziare dalla cura dell’immagine della donna oppure dell’uomo, essere riservata solo al settore aziendale o alla valorizzazione delle spose.

Per una formazione a tutto tondo è necessario avere conoscenze che vanno dal marketing fino all’analisi dei colori. I corsi CEF si basano su un piano di studi completo e articolato. Al termine del percorso si avranno le conoscenze e la preparazione necessaria per una gestione autonoma della professione. Ciò non toglie che il consulente d’immagine può decidere di lavorare anche alle dipendenze di un’azienda importante o di una casa di moda italiana oppure estera.

Stipendio di un image consultant a Londra

La figura dell’image consultant è destinata a diventare una delle professioni del futuro. Sempre più richiesta nelle grandi metropoli e all’estero, offre grandi opportunità. A Londra un consulente d’immagine ha ottime possibilità di lavorare e guadagnare anche molto bene. La professionalità, la competenza, l’esperienza fanno aumentare il tariffario.

Per una consulenza di un paio di ore, infatti, è possibile ottenere ben 600 sterline, il che non è assolutamente male. Alcuni consulenti, specialmente chi lavora con i vip e con i personaggi della musica e dello spettacolo, raggiungono cifre da capogiro (il triplo e perfino il quadruplo di quanto normalmente possa guadagnare un professionista alle prime armi). In Italia, la professione sta iniziando a farsi conoscere.

I prezzi sono nettamente inferiori. Un professionista con poca esperienza guadagna in genere dalle 70 alle 80 euro all’ora, mentre un consulente affermato e richiesto nelle città come Milano, Torino o Roma può intascare per i suoi consigli non più di 170 euro all’ora. Si può facilmente dedurre che le competenze acquisite con la gavetta ma anche una buona formazione sono alla base del successo.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento