La professione dell’estetista: informazioni generali

In ambito lavorativo, quella dell’estetista è una delle professioni più apprezzate.

Dal punto di vista pratico, l’estetista o a volte la professionista della bellezza e del benessere, si occupa di prendersi cura del viso e del corpo dei suoi clienti, a seconda del trattamento richiesto. Ciò richiede l’utilizzo di una vasta gamma di prodotti differenti, dai cosmetici più semplici sino alle soluzioni più innovative, senza trascurare l’importanza di una strumentazione di alto livello, che faciliti i singoli interventi estetici realizzati sul corpo del cliente, sia se si è itineranti che se si decide di aprire uno centro estetico.

Ma, per quanto riguarda il lato economico, a quanto ammonta il reale guadagno di un professionista nell’ambito della cura del corpo? I valori, logicamente, variano da una nazione all’altra, a seconda delle politiche fiscali locali, del costo della manodopera, del costo del lavoro in generale e di svariati altri fattori concorrenziali.

E prendendo in considerazione gli USA? Quanto guadagna un’estetista in America? È conveniente aprire uno studio estetico negli USA? O è meglio cercare lavoro in qualità di dipendente? Approfondiamo la questione.

Lo stipendio da estetista in Italia

Prima di addentrarci nel merito della professione svolta in terra straniera, con riferimento agli Stati Uniti d’America, facciamo il punto della situazione a proposito delle condizioni economiche della professione svolta in Italia.

In primo luogo, va precisato che, logicamente, lo stipendio di un’estetista in Italia potrà variare sulla base dell’esperienza maturata sul campo. L’ingresso all’interno del settore non può che avvenire in qualità di tirocinante/stagista, con il soggetto che, dopo aver sottoscritto un contratto da dipendente, potrà esercitare la professione e percepire i suoi primi guadagni.

Un contratto da tirocinante ha una durata variabile, e in alcuni casi particolari può estendersi anche oltre i sei mesi canonici. La paga durante il tirocinio, generalmente, è compresa tra i 600 e gli 800 euro netti mensili, tenendo conto che stiamo parlando di un soggetto sostanzialmente alle prime armi.

Dopo un periodo di tre anni si entra in una fase di maggiore maturità lavorativa, con il dipendente che avrà acquisito e consolidato le competenze basilari della professione. Per un periodo compreso tra i tre e gli otto-nove anni si potranno percepire anche 1.000 euro al mese, dopodiché, dopo un decennio di esperienza, ci si potrà ritenere a tutti gli effetti degli esperti.

La paga in qualità di estetista professionista, con almeno dieci anni di esperienza, può raggiungere anche i 1.300 euro mensili, superandoli al raggiungimento di almeno vent’anni svolti nell’ambito in questione.

Appurate le condizioni economiche e lavorative italiane, cerchiamo di fare un paragone con la situazione vigente negli USA.

Lo stipendio da estetista professionista in USA

Contrariamente a quanto avvenga in Italia, la professione dell’estetista, negli Stati Uniti d’America, è particolarmente ben pagata. Va precisato, però, prima di illustrare i dati economici effettivi, che gli stipendi che andremo a enunciare fanno riferimento a un costo della vita maggiore, il che si traduce automaticamente in una maggiore retribuzione media.

Detto ciò, procediamo con un’analisi approfondita dei dati.

Un estetista in carriera, che svolga l’attività in questione già da diversi anni, negli USA può arrivare a guadagnare anche 3.600 USD mensili, pari a poco più di 3.000 euro al mese. Si tratta di una cifra particolarmente elevata, praticamente il doppio rispetto a quanto guadagni un estetista esperto che eserciti la professione nella nostra penisola.

È logico che i guadagni più elevati potranno essere raggiunti solo nelle grandi città della nazione, da New York a Los Angeles, passando per Filadelfia, Dallas, Chicago, Houston e via dicendo. In ogni caso, il punto della questione non cambia: la remunerazione per un estetista professionista, negli Stati Uniti d’America, è assai più elevata rispetto all’Italia.

Come diventare estetista professionista in America

Diventare estetista professionista, in America, è tutt’altro che complesso, specialmente se si considera che i corsi frequentati in Italia, indipendentemente dalla tipologia di istituto prescelto, rappresentano pur sempre un valore aggiunto.

Al termine della frequentazione di un corso, si otterrà un diploma che, nella maggior parte dei casi, avrà validità anche negli Stati Uniti d’America. Tuttavia, è bene sottolineare come il possesso del titolo non sarà sufficiente per esercitare la professione a tutti gli effetti.

Al fine di poter lavorare in qualità di estetista negli USA, infatti, è essenziale ottenere una licenza apposita, da richiedere facendone richiesta presso la Division of Licensing Services dello Stato di destinazione. Per facilitare l’ottenimento della licenza, il soggetto richiedente può supportare l’iter presentando le qualifiche ottenute sia nel proprio Stato d’origine che nello Stato della confederazione americana presso la quale si intende svolgere la professione.

Una volta ottenuta la licenza, lo svolgimento dell’attività commerciale dovrà avvenire previa un’ulteriore richiesta licenziataria, concepita appositamente per le attività suddette.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento