Cat sitting: una pratica apprezzata e sempre più diffusa

Quella del cat sitter è una professione in costante ascesa che nasce dalla necessità di garantire assistenza adeguata ai propri gatti, specie nelle eventualità in cui i padroni non possano stare a contatto con loro. Non è un caso, dunque, che negli ultimi anni, si sia diffusa con costanza la pratica del “cat sitting“. I gatti sono animali socievoli e, in quanto tali, sanno dimostrarsi amorevoli, oltre che rispettosi dei loro padroni.

Come qualsiasi altro animale, però, specialmente se non completamente autosufficiente, anche i gatti potrebbero necessitare di un’assistenza. I felini domestici sono sì più abituati a vivere in autonomia ma ciò non fa venir meno l’importanza dell’assistenza umana.

La professione del cat sitter è nata proprio per soddisfare esigenze simili. Ma cosa si intende per “cat sitter“? Quali sono le sue mansioni? E, più in generale, quali sono le caratteristiche del “cat sitting“?

Cat sitting: generalità e caratteristiche

Il termine “cat sitting” è stato traslato direttamente dal più noto “baby sitting”, ossia la pratica di accudire bambini in assenza di genitori o tutori. Da ciò si può dedurre che la prassi del cat sitting non è altro che l’assistenza rivolta da un umano a uno o più gatti, indipendentemente dall’età dei felini. Un gatto, infatti, potrebbe richiedere assistenza sul piano della toelettatura, dal punto di vista dell’alimentazione o, più semplicemente, sul piano della compagnia.

Stiamo pur sempre parlando di animali domestici, abituati a vivere a contatto con l’uomo: se questa presenza manca, il gatto potrebbe patirne l’assenza. La pratica del cat sitting, dunque, prevede che l’assistente si occupi del gatto a tutto tondo. In linea generale, il compito del cat sitter sarà quello di fornire assistenza al felino. La retribuzione del cat sitter avviene su base oraria.

Come diventare un cat sitter? Il percorso di formazione

Il cat sitter è una professione a tutti gli effetti. Un cat sitter impiegato in modalità full time può ugualmente guadagnare abbastanza da formare uno stipendio non indifferente. Detto ciò, come diventare cat sitter? Vi è un percorso formativo da intraprendere? La risposta, come nella stragrande maggioranza delle professioni, è affermativa. Per diventare cat sitter è possibile seguire un percorso che porti il soggetto ad accumulare nozioni da applicare sul campo.

Ciò che conta è l’apertura mentale che il percorso di studi è in grado di fornire. Dopo aver conseguito un titolo di studi si può contemplare l’idea di prender parte ai corsi CEF, con riferimento all’erogazione degli insegnamenti nell’ambito dell’animal care.

Altri aspetti fondamentali: l’amore per gli animali

Vi sono altri aspetti da considerare, nell’ottica del cat sitting. Al di là delle questioni formative, dalla scelta di un liceo adeguato all’adesione a uno o più corsi specialistici, ciò che conta realmente è provare amore nei confronti degli animali. I gatti sono sensibili e amorevoli, e amano la compagnia degli umani. Da ciò ne deriva che prendersi cura di animali simili significa immedesimarsi nelle loro condizioni, comprendere i loro bisogni, soddisfarne le esigenze così come si farebbe con un umano. Avere compassione per un animale significa capire il loro stato d’animo, rispondendo con l’affetto alla ricerca di affetto.

Come iniziare ad esercitare la professione

Una volta ottenuto un diploma, un attestato o qualsiasi altro documento che testimoni l’aver concluso un percorso formativo, il cat sitter è libero di esercitare la propria professione. A differenza del veterinario, non è richiesta una particolare abilitazione: dopotutto, il professionista è tenuto ad avere cura dei gatti.

Entrare nel mondo del lavoro, per un cat sitter, è relativamente semplice. Sui social o sui magazine, specie tra quelli locali, non mancano annunci pubblicati da famiglie che richiedono assistenza per prendersi cura dei loro gatti. Si parte proprio da qui, dalle risposte ad annunci e dalle prime esperienze sul campo, utilissime per conoscere più da vicino il mondo affascinante del cat sitting!

Mostra i CommentiDisabilita commenti

1 Commento

Lascia un commento