Ragazzi alla pari: che cosa significa e come diventarlo

Al giorno d’oggi si sente spesso parlare di ragazzi alla pari ma non tutti sanno che cosa indichi esattamente questo termine. Si tratta, sostanzialmente, di ragazzi piuttosto giovani che decidono di fare uno scambio culturale in un paese all’estero e che vengono ospitati presso una famiglia del luogo.

Durante il soggiorno i ragazzi alla pari sostengono la famiglia attraverso una serie di impieghi come, ad esempio, il prendersi cura dei più piccoli oppure eseguendo alcuni lavori domestici. Naturalmente questa figura non deve essere confusa con quella di una babysitter o di una domestica: la persona che viene accolta riceve una paga mensile di importo variabile nonché vitto e alloggio gratuito. Lo scopo di questa iniziativa è quello di consentire al/alla ragazzo/a alla pari di imparare una nuova lingua approfondendo le proprie conoscenze e venendo in contatto con una cultura totalmente diversa dalla propria.

Quali sono i requisiti per diventare ragazzi alla pari

Diventare una ragazza alla pari non è difficile. Quello che bisogna fare per prima cosa è assicurarsi di rientrare nei requisiti fondamentali ovvero avere un’età compresa tra i diciotto e i trent’anni, avere una buona conoscenza della lingua inglese, non essere sposata e non avere dei figli, avere almeno il diploma di scuola superiore (potrebbero esserci delle famiglie interessate anche ad altri certificati),  essere in buona salute, (a tale proposito è necessario confermare di non avere alcuna malattia) e non avere la fedina penale sporca.

Naturalmente per fare in modo che l’esperienza sia il più piacevole possibile è opportuno avere una buona predisposizione a lavorare con i più piccoli e il desiderio di passare un anno o più all’estero. Prima di partire, poi, è necessario procurarsi il visto per vivere al di fuori del proprio Paese natale: quest’ultimo deve essere rilasciato dall’ambasciata e deve essere richiesto un  po’di tempo prima della partenza.

Nel caso in cui si volesse un ulteriore certificato per rispettare tutti i requisiti per lo scambio culturale è possibile frequentare i corsi CEF pertinenti con il tipo di profilo dei ragazzi alla pari che permettono di ottenere una valida formazione restando comodamente a casa propria. Tali corsi si svolgono online e possono essere seguiti da chiunque sia interessato.

In cosa consiste il compito dei ragazzi alla pari

I ragazzi alla pari durante la loro esperienza all’estero hanno dei compiti ben precisi. Generalmente il lavoro a settimana può aggirarsi tra le venti e le quaranta ore ma ciò dipende anche dal Paese presso cui si vivrà questa nuova esperienza. La famiglia che ospita una ragazza alla pari, inoltre, dovrà preoccuparsi di lasciarle del tempo libero per poter godere completamente di questa esperienza.

Tra le mansioni principali di una ragazza alla pari ci sono: l’occuparsi dei bambini, portarli a scuola e aiutarli a fare i compiti, svolgere alcune piccole faccende domestiche come, ad esempio, caricare la lavastoviglie, fare la spesa, occuparsi dell’igiene personale dei più piccoli, pulire alcune stanze della casa e lavare e stirare. Bisogna ricordare però che la ragazza alla pari non deve occuparsi di mettere in ordine le stanze che non sono in comune, non deve occuparsi degli animali domestici, non deve prendersi cura di altri bambini se non quelli della famiglia ospitante, non deve fare cose come lavare l’auto e non è tenuta a cucinare per la famiglia.

Come trovare la famiglia giusta per lo scambio culturale

Oggigiorno non è semplice trovare una famiglia adeguata che possa ospitare una ragazza alla pari. Inoltre non è neanche facile farsi scegliere tra i tanti candidati che si propongono per fare l’esperienza all’estero. Online ci sono molte piattaforme sulle quali ci si può iscrivere per trovare una famiglia. Per farsi notare rispetto agli altri partecipanti bisognerà inserire nel proprio profilo tutte le informazioni necessarie, delle foto, i certificati e le passate esperienze lavorative.

Inoltre chi preferisce può anche scrivere una lettera in cui vengono spiegate le proprie motivazioni e le proprie aspettative in modo da farsi conoscere maggiormente dalla futura famiglia ospitante. Dopo essersi messi in contatto con la famiglia bisognerà comunicare con quest’ultima possibilmente facendo una videochiamata.

L’esperienza dei ragazzi alla pari è senz’altro molto interessante perché permette di entrare in contatto con persone di culture differenti, di conoscere nuovi posti e nuove lingue. Tuttavia prima di lanciarsi in questa nuova avventura è opportuno informarsi al meglio su tutto quello che bisogna fare.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento