Cosa significa make up artist?

Quella del make up artist è una figura professionale che negli ultimi tempi ha ricevuto sempre più attenzioni e interesse e tuttavia ancora in molti confondono la figura del truccatore, ossia del make up artist, con quella dell’estetista. Si tratta di professioni completamente differenti perché, anche se entrambe possono lavorare con i colori, la verità è che il make up artist è un vero e proprio esperto nel campo della cosmesi, dei colori e soprattutto delle diverse tecniche di trucco da applicare in situazioni e contesti differenti.

Se il termine italiano di truccatore non permette di valutare in pieno le sfumature di questa figura professionale, il termine inglese è sicuramente più appropriato. Cosa significa make up artist se non artista del trucco? Proprio in questa direzione si muovono le scuole e i corsi, preparando i candidati a diventare esperti conoscitori delle tecniche e proprietà dei diversi tipi di trucco, cioè veri e propri artisti del colore.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Come si diventa make up artist?

Come si può facilmente immaginare, per poter diventare un professionista del make up artist è necessario avere una forte passione. Questa da sola, tuttavia, non è sufficiente. Bisogna seguire dei corsi per make up artist specifici che permettono di apprendere le tecniche di applicazione, le tipologie di colori da utilizzare ma anche delle basi di medicina per poter comprendere le caratteristiche della pelle sulla quale si andrà ad applicare il trucco. Infine, si dovranno avere nozioni di chimica, per riconoscere le caratteristiche degli elementi che vengono utilizzati nella realizzazione del trucco.

Seguire corsi professionali è fondamentale non solo per acquisire le competenze necessarie per entrare nel mondo del lavoro, ma anche per poter presentare un vero e proprio biglietto da visita che permetta di riconoscere la qualità della formazione che si è avuta.

Va però sottolineato che oltre a seguire i corsi che permettono di fornire la base fondamentale, ossia la formazione teorica e pratica, un vero make up artist continua sempre ad aggiornarsi. Inoltre, potrà specializzarsi rivolgendo la propria attenzione al ramo del make up che maggiormente riscontra il proprio gusto ma anche la propria vocazione artistica. Si potrà così diventare make up artist specializzato nella modanel campo teatralenel cinemanella danza o altro.

Indipendentemente dal tipo di ambiente in cui si opera è necessario ricordare che si tratta di un lavoro molto preciso, curato e dettagliato: per questo motivo per poter lavorare ad alto livello è necessario acquisire competenze particolarmente avanzate. Con il tempo, infatti, ossia con la continua esperienza e con la ricerca e sperimentazione, un buon make up artist saprà realizzare trucchi peculiari, che porteranno sempre l’impronta dell’artista che li ha realizzati, e che si differenziano da tutti gli altri.

Make up artist: dalla moda al cinema

Quando si punta a diventare make up artist è fondamentale ricordare che in questo termine si possono riconoscere molte differenti professioni. Come già evidenziato i corsi base permettono di acquisire fondamentali nozioni e competenze sugli aspetti comuni a tutte le specializzazioni del settore, ossia conoscenze relative alla tipologia dei colori, alle modalità di applicazione, all’associazione tra colori e tipologia di pelle su cui vanno applicati e molto altro.

Al termine di un corso per diventare make up artist si avranno tutte le abilità per realizzare make up specifici per le diverse tipologie di pelle ed esigenze, siano esse relative al settore della moda, del teatro, della televisione o altro. Sarà poi cura del professionista scegliere di specializzarsi in contesti più specifici come, ad esempio, quello degli effetti speciali del cinema, che va oltre il trucco applicato sulla pelle e porta all’applicazione del trucco tridimensionale, con realizzazione di protesi facciali per particolari interpretazioni di personaggi, nonché per l’invecchiamento di un attore o attrice durante lo svolgimento del film.

Per potersi specializzare in un determinato settore di questa professione è di primaria importanza avere un’ottima preparazione di base e soprattutto un’elevata esperienza lavorativa. Il lavoro di make up artist nel settore dello spettacolo è infatti molto complesso perché oltre a tener conto delle esigenze della pelle, della forma del viso e di altri dettagli estetici dovrà prendere in considerazione anche la differente luminosità, i giochi di colore e di luce e ombra tipici di passerelle di moda, di palcoscenici teatrali o ancora di riprese cinematografiche.

Quanto guadagna un make up artist?

Se rispondere alla domanda iniziale, ossia cosa fa un make up artist può essere complesso per via delle diverse possibilità di inserimento che ha questo professionista, definire quanto guadagna un make up artist è invece quasi impossibile. Se il make up artist lavora come libero professionista, il suo guadagno è chiaramente legato alla propria esperienza, professionalità e bravura e, quindi, al giro di clienti con cui lavora, siano esse case di moda, ambienti cinematografici, teatrali o molto altro. Si può quindi facilmente capire che un make up artist alle prime armi e il truccatore di un grande artista del mondo dello spettacolo abbiano profitti completamente differenti!

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento