I concorsi di bellezza per cani hanno lo scopo di eleggere le più belle razze canine, basandosi su precisi criteri stabiliti dalle Federazioni cinofile internazionali. In questo articolo analizzeremo cosa sono le competizioni di bellezza per cani e come parteciparvi.

Cosa sono i concorsi di bellezza per cani?

Quando si parla di concorsi per animali, si pensa che si tratti semplicemente di cani e gatti che sfilano lungo una passerella con movimenti eleganti e acconciature articolate, ma non si tratta solo di questo, anzi sono competizioni molto impegnative.

Ad esempio, per accedere a un concorso di bellezza, il cane deve essere in possesso di un pedigree, di un libretto delle qualifiche e di determinate caratteristiche estetiche e di abilità. La Federazione Cinofila Internazionale organizza periodicamente delle competizioni canine, che possono basarsi sulla bellezza o sull’abilità del cane. Per ottenere dei premi, l’animale non deve essere soltanto “bello” secondo gli standard estetici comuni, ma deve essere morfologicamente l’esemplare migliore della sua razza di riferimento. La valutazione dei giudici internazionali si basa quindi sulle razze pure, di conseguenza non sono ammessi cani meticci o che rientrano in alcune specie non riconosciute dalla Federazione.

Oltre alla bellezza si valuta anche il portamento e il comportamento del cane in presenza del suo addestratore. Per far sì che il vostro cane sia all’altezza dei più importanti concorsi istituiti in Italia, è consigliabile seguire un corso per addestratore cinofilo, come i corsi erogati dal centro di formazione CORSICEF® (CEF Publishing Spa). Il corso per addestratore cinofilo consente di acquisire diverse competenze per comprendere il linguaggio corporeo , le sensazioni dell’animale e, al contempo, insegnare al cane come eseguire alcuni esercizi e mostrarsi al meglio durante i concorsi.

Come partecipare ai concorsi di bellezza per cani

Se si possiede un animale e si è convinti che sia rappresentativo della sua razza per bellezza e abilità, si può decidere di concorrere a una dei concorsi di bellezza per cani organizzati dalla Federazione in Italia e nel mondo. La FCI riconosce ben 346 razze di cani e per ogni Stato membro ne sono riconosciute alcune specifiche, ad esempio in Italia si possono presentare: il cane bergamasco, il lagotto, il pastore maremmano, il bracco e tanti altri. Se il cane appartiene a una delle razze riconosciute, per partecipare deve essere in possesso di un pedigree, una sorta di albero genealogico canino che attesti la purezza della razza e che si ottiene richiedendolo all’Ente Nazionale Cinofilia Italiana. In aggiunta al pedigree è obbligatorio che il cane sia stato vaccinato e che abbia ricevuto l’antirabbica trenta giorni prima della partecipazione al concorso.

Un altro requisito imprescindibile per partecipare ai concorsi di bellezza per cani è il libretto delle qualifiche, che deve essere aggiornato e rilasciato dall’ENCI. Nel libretto delle qualifiche sono annotati tutti i premi vinti, le partecipazioni ai concorsi, le qualità oggettive del cane ed eventuali altre annotazioni. Completato l’iter per ottenere i requisiti stabiliti dalla FCI e dall’ENCI, si può finalmente iscrivere il cane al concorso di bellezza.

Come presentarsi al concorso per cani

Per gareggiare e soprattutto vincere nelle competizioni internazionali non bisogna improvvisare, ma lavorare con il proprio cane per migliorare le sue abilità, creare un rapporto di fiducia e di complicità. Come abbiamo sottolineato in precedenza, i giudici non valutano soltanto la morfologia, ma anche il portamento e le abilità fisiche, quindi l’amico a quattro zampe ha bisogno di un allenamento preparatorio. Il cane dovrà essere attento e vigile, seguire un percorso predeterminato e soprattutto sfilare con eleganza davanti ai giudici.

Nei concorsi di bellezza per cani non sono previsti percorsi ad ostacoli o competizioni che si basano sull’abilità e la velocità, quindi basterà insegnare all’animale come socializzare e comportarsi sulla passerella. I giudici, per valutare complessivamente l’esemplare di razza, eseguono un esame molto ravvicinato per osservare le caratteristiche fisiche, quindi per ottenere più punti sarà necessario occuparsi anche dell’aspetto estetico. Dunque bisognerà affidarsi a un toelettatore professionista per lo spazzolamento e la pettinatura, così da avere maggiori chance di vittoria. Per il pelo si possono usare dei prodotti specifici per lucidarlo e renderlo più setoso e morbido, una scelta obbligatoria per chi ha dei cani a pelo lungo. In alternativa ai concorsi di bellezza per cani, se si possiede un animale che non rientra nelle razze pure si può iscriverlo alle competizioni Agility che premiano soprattutto l’abilità dell’esemplare.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento