Grazie alla sempre maggiore diffusione della digitalizzazione nel mondo del lavoro, stanno sviluppandosi nuove figure professionali le cui competenze sono strettamente collegate al web.
Si tratta delle cosiddette “digital skills”, destinate a diventare le vere e proprie protagoniste dell’universo lavorativo.


Importanza delle competenze digitali

Per poter avere successo professionale, è necessario essere in grado di gestire perfettamente le tecnologie digitali, dato che ormai tutto viene filtrato attraverso l’impiego del computer.

Le digital skills riguardano non soltanto la capacità di utilizzare gli strumenti informatici ma anche la propensione a comunicare, dato che questi due aspetti sono strettamente collegati tra loro.

Al momento dell’assunzione di un dipendente qualsiasi azienda è tenuta a valutare il suo grado di preparazione digitale, i cui livelli sono tre:

  • livello di base, che è quello che caratterizza tutti coloro che hanno una bassa conoscenza della tecnologia digitale;
  • livello intermedio, tipico di soggetti in grado di svolgere mansioni lavorative che prevedono competenze non troppo perfezionate a livello digitale;
  • livello avanzato, appannaggio dei veri e propri professionisti del settore, come ad esempio i programmatori informatici.

Attualmente le aziende sono orientate all’assunzione di personale che abbia una conoscenza medio/alta delle competenze digitali.

È possibile acquisire tali competenze seguendo corsi europei di formazione (CEF) basati su percorsi didattici completi che sfruttano un innovativo metodo di studio, tramite cui viene offerta l’opportunità di specializzarsi in alcuni settori che attualmente richiedono personale.


Quali sono le competenze digitali più richieste nel mondo del lavoro

È un dato di fatto come il settore digitale sia colmo di contenuti non tutti qualitativamente adeguati; per differenziarsi dalla massa è necessario realizzare qualcosa che sia davvero valido e risponda alle esigenze degli utenti.

Una delle principali skill digitali è collegata alle competenze giornalistiche, poiché saper scrivere correttamente un testo che sia originale, persuasivo e attendibile, rappresenta un punto di forza per qualsiasi azienda.

Oltre alla capacità di scrivere, è necessario anche possedere la capacità di impostare il testo secondo le regole della SEO, poiché soltanto in questo modo è possibile un buon posizionamento sui motori di ricerca

Con il costante aumento della concorrenza, l’advertising risulta infatti una delle competenze più importanti.

Nel mondo del marketing digitale, è indispensabile rendersi visibili ai propri potenziali clienti: questa possibilità viene garantita unicamente da un posizionamento nei primi posti sui motori di ricerca.

Oltre ad essere pieno di contenuti, il web è pieno anche di dati, che se non vengono analizzati ed inquadrati, non portano nessun vantaggio.

Esiste quindi la skill digitale del data management, che permette di interpretare correttamente i dati che possono essere utili al business.

Il punto di partenza per sviluppare un percorso coerente sul web, è quello di analizzare preventivamente tutti i dati che potrebbero rivelarsi utili per una strategia di mercato, eliminando invece quelli inefficaci.

Un esperto in data management lavora esattamente in questo ambito, estrapolando dalla moltitudine dei dati soltanto quelli vantaggiosi per la personale impostazione operativa.

In questo caso è necessario che il professionista sia dotato di capacità analitica e sintetica, applicate al mondo digitale.

Considerata probabilmente la più richiesta e diffusa tra le digital skills, la programmazione web è una competenza digitale tra le più ricercate dalle aziende.

Il programmatore informatico conosce i linguaggi attraverso cui è possibile comunicare con il computer, per impostare un proficuo rapporto lavorativo.


Come raggiungere le competenze digitali

Secondo recenti statistiche effettuate dall’osservatorio di competenze digitali, il fabbisogno di figure specializzate in questo settore è in costante aumento, soprattutto tenendo conto che l’età media di professionisti del genere non è elevata, e quindi si presenta la necessità di un turnover quasi continuativo.

Il requisito caratterizzante delle digital skills è rappresentato dal fatto che non viene richiesto un diploma di laurea, in quanto è sufficiente una buona formazione di base per raggiungere ottimi obiettivi professionali.

Proprio perché i percorsi universitari per loro natura presuppongono tempi di adeguamento sul mercato più lunghi, sono attualmente in progressiva espansione le offerte didattiche formative per professioni digitali.

I corsi di formazione del CEF si distinguono per le particolari innovazioni riguardo alle metodologie didattiche di e-learning e programmi digitali, in collaborazione con i massimi esperti del settore.

Si tratta di percorsi formativi personalizzati, accessibili e aperti a tutti coloro che siano in possesso della licenza di scuola media e di un’età superiore ai sedici anni.

Oltre all’istruzione teorica, questi corsi prevedono anche una parte pratica con laboratori e in alcuni casi prove sul campo.

Sono presenti tutor on demand sempre a disposizione degli allievi, per risolvere ogni dubbio o incertezza e al termine del percorso formativo lo studente è pronto a entrare direttamente nel mondo del lavoro grazie alla sua formazione completa e adeguata alle richieste di mercato.

I settori formativi proposti dal CEF sono:
• professionisti della bellezza e del benessere;
• cuochi professionisti;
• segretari di studio medico e odontoiatrico;
• assistenti per l’infanzia;
• assistenti alla persona;
• professionisti animal care.

Chi fosse interessato a ricevere notizie gratuite sui corsi organizzati dal Centro Europeo di Formazione, può compilare il form presente sul portale.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento