Una volta era la truccatrice, o il truccatore. Oggi è il make up artist. Traducendo il nome inglese, potremmo dire che il significato di make up artist è un’artista del trucco. Con un mercato del lavoro letteralmente stravolto negli ultimi anni, è una di quelle professioni che sta riscuotendo un grande interesse. Se si analizza il momento che viviamo appare logico, perché l’attenzione per il look e l’estetica in generale è divenuta parte integrante della quotidianità di moltissime persone. Ma quanto si guadagna come make up artist? Cerchiamo di capire quali sono gli stipendi e le commesse delle truccatrici.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Make up artist: cosa fa?

Prima di dare una risposta al trattamento economico di questo professionista, cerchiamo di capire cosa fa un make up artist esattamente . Cominciamo con il dire che due requisiti necessari alla truccatrice, o al truccatore, sono la manualità e la creatività.

Per quanto riguarda il primo aspetto, il motivo è semplice. Il make up artist deve maneggiare tutti i prodotti di make up agevolmente e applicarli altrettanto bene sul volto della persona. Con un’aggiunta: il rispetto di tempistiche ben precise. Ovviamente, spiegato in questo modo, si potrebbe pensare a questa figura come ad una sorta di robot.

Non è così, perché in questo momento entra in gioco il secondo requisito, quello della creatività. Ogni volto difatti, ha una sua specifica fisionomia che andrà trattata con accortezze differenti. Il motivo? Evidenziare i tratti positivi, nascondendo quelli negativi ove ce ne fossero. Invertire i fattori porterebbe chiaramente a un disastro, non certo ad un’opera d’arte.

Per essere più precisi, esistono tre tipologie di make up artist:

Make up artist correttivo: specializzato nei chiaroscuri, fondotinta e ciprie.
Make up artist per lo spettacolo: specializzato nel trucco scenico e teatrale, previa analisi dei tratti espressivi dei personaggi.
Make up artist per la fotografia: con preparazione specifica in anatomia artistica.


Come diventare truccatrici o truccatori?

Appurato il fatto che quella del truccare è una vera e propria professione, appare ovvio come per svolgere questo lavoro non ci si possa improvvisare, ma si debba seguire un corretto percorso formativo.

Non esistono vere e proprie università di settore, situazione tra l’altro analoga un po’ a tutto il mondo del fashion. Esistono però delle accademie specializzate e scuole di formazione apposite per diventare make up artist. Spesso una persona che si avvicina a questo mondo, comincia con il classico fai da te, per poi necessitare di corsi adeguati quando vuole cominciare a fare sul serio. Il motivo per cui si rende necessario seguire questi corsi, è anche di ottenere certificazioni adeguate per risultare appetibili nel mondo dei make up artist.

Make up artist:la carriera

Partiamo con un presupposto: quella del make up artist è una carriera decisamente in salita. Dopo gli studi, che avranno una durata media di 2-3 anni, i primi tempi saranno di pura gavetta. Solitamente il MUA comincia la professione con lavoretti in qualità di free lance, come ad esempio truccare una modella prima della sfilata, oppure occuparsi di una sposa, o degli attori di un piccolo spettacolo teatrale.

Dopo questo fisiologico periodo di gavetta per farsi le ossa, alcune make up artist cominciano collaborazioni con aziende di cosmetici, andando a ricoprire molteplici posizioni. Si potrà ad esempio occuparsi delle sessioni di trucco nei negozi, della formazione del personale, etc…

Altre make up artist invece, in base anche alle loro abilità e alla loro capacità di sapersi vendere, cominciano collaborazioni con compagnie teatrali, nel mondo dello spettacolo in genere o con fotografi importanti.

Vuoi diventare una Make up Artist?
Scopri subito il Corso "Percorso Immagine" con Diego della Palma

Quanto guadagna un make up artist?

Dopo aver chiarito di cosa si occupa la figura professionale del make up artist ed il percorso formativo da seguire, ora bisogna rispondere alla domanda principale inerente gli stipendi e le commesse delle truccatrici.

Quella del make up artist è, di fondo, una professione a carattere indipendente, con qualche debita eccezione. Cerchiamo quindi di scindere le due opzioni. Nel caso di collaborazioni continuative in veste da dipendenti, le retribuzioni partono in linea di massima dagli 800 euro. Nell’ipotesi invece attività indipendenti, molto dipenderà dalle proprie abilità e dalla fama costruita. In alcuni casi si può arrivare anche a diverse centinaia di euro per ogni singola sessione.

Infine nel migliore dei casi, quello dei make up artist di successo che prestano il loro operato a note modelle e relative agenzie, si può arrivare a guadagnare anche diverse centinaia di migliaia di euro l’anno.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento