Quando si desidera realizzare una torta di compleanno o un dolce per un’occasione speciale, si consultano ricette che possano stupire gli ospiti e conquistare il loro palato. Per creare il dessert perfetto vi sono alcune preparazioni base che bisogna conoscere, come le principali differenze tra le creme per farcire una torta. Infatti, la pasticceria non è complicata come si può pensare, basta seguire con precisione gli step delle ricette e acquistare gli ingredienti giusti. In questo articolo analizzeremo quali sono le principali differenze tra la crema pasticcera e la chantilly e come scegliere quella perfetta per fare un dolce.

La crema pasticcera e crema chantilly

Per una torta tradizionale si è soliti realizzare un pan di spagna e farcire il dolce con una crema o della semplice marmellata. La crema pasticcera è sicuramente la preparazione più famosa nel settore della pasticceria tradizionale, per la facilità con cui si prepara e per il suo sapore delicato e leggero. La crema chantilly è invece una preparazione di base della cucina francese e, se si desidera seguire la ricetta originale, bisogna prepararla con panna montata, zucchero a velo e vaniglia. Nella pasticceria italiana si è soliti usare una variante della crema francese, chiamata anche crema diplomatica, che prevede l’impiego di diversi ingredienti.

La crema pasticcera viene preparata usando pochissimi ingredienti: tuorlo d’uovo, latte, zucchero, vaniglia e farina e prevede la cottura in un pentolino a fiamma bassa, al fine di ottenere un composto cremoso e omogeneo. Nonostante questa sia molto semplice da preparare, è importante seguire precisamente la ricetta e mescolare spesso, per evitare che si formino grumi o che il composto si attacchi. Inoltre, si consiglia sempre di utilizzare ingredienti freschi.

La crema chantilly, nella versione italiana, non è altro che una crema pasticcera con l’aggiunta di panna montata, quindi la preparazione è la stessa, ma con un elemento diverso. Invece, se si vuole seguire la versione francese è opportuno usare i seguenti ingredienti: panna fresca liquida, zucchero e vaniglia. La particolarità di questa è che non prevede cottura, ma consiste nel montare insieme i tre principali ingredienti e lasciar riposare per qualche minuto.

Differenze tra crema pasticcera e crema chantilly

La differenza principale tra la crema pasticcera e la chantilly è che i tempi di preparazione per la prima sono più lunghi e articolati, mentre la crema francese è pronta in pochi minuti utilizzando un semplice mixer o una planetaria. La crema pasticceria ha una consistenza più corposa e un sapore più intenso, dovuto soprattutto alla presenza del tuorlo d’uovo, mentre la chantilly è molto leggera e digeribile e si percepisce il sapore deciso della vaniglia.

Sicuramente, per riuscire a gustare tutte le particolarità di queste creme per dolci, è necessario imparare a prepararle per bene. Ad esempio, si possono migliorare le proprie abilità seguendo dei corsi, come quello erogato dal centro di formazione CORSICEF® (CEF Publishing Spa). Un percorso di questo genere può essere interessante per chi vuole diventare pasticcere e imparare nuove metodologie di preparazione dei dolci, ma anche per capire quando è più opportuno utilizzare le due creme per mettere in risalto un dessert.

Scegliere tra crema pasticcera o chantilly

Viste le differenze sostanziali tra le due creme è importare scegliere l’abbinamento perfetto con il dolce. La crema chantilly, con il suo sapore leggero e delicato, è perlopiù usata per farcire i bignè, per preparare dei dolci al cucchiaio come bavaresi o cupcake, ma è anche la preparazione di base per la cream tart, una torta davvero originale e gustosa, perfetta per festeggiare un compleanno o per accompagnare il tè delle cinque.

La crema pasticcera è invece perfetta per ogni preparazione e nella pasticceria italiana si utilizza per preparare tantissimi dolci, pasticcini e torte. In particolare è impiegata per farcire i pan di spagna, ma può essere usata anche per realizzare delle crostate, dei muffin, la torta della nonna, la sbriciolata e altre ricette tipiche della pasticceria italiana. Nel caso in cui voleste dilettarvi nella preparazione della crema diplomatica, si può preparare una millefoglie, una torta semplice ma di grande effetto.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento