Le lezioni a distanza sono la nuova frontiera della didattica non in presenza per cui, anche chi è impossibilitato a recarsi personalmente in aula, può avvantaggiarsi dei mezzi più moderni di comunicazione. Seguire online le lezioni richiede comunque metodo ed ecco alcuni preziosi consigli su come predisporsi nel modo più proficuo.

Lezioni a distanza

Fare lezioni a distanza è un metodo utilizzato per permettere a chi non può presenziare a quelle frontali di fruire comunque dell’insegnamento a tutti i livelli, dalle università ai corsi professionali, dalla scuola elementare fino agli istituti superiori.

Studiare a distanza ha molti vantaggi e, nel caso del periodo di emergenza sanitaria che il mondo sta attraversando con la pandemia da Covid 19, diventa una necessità a beneficio della tutela della salute pubblica e anche del diritto all’istruzione e alla diffusione della cultura.

Per poter fruire di tutti i vantaggi che riguardano specificatamente la didattica a distanza è necessario adottare un metodo, sia da parte dei docenti che degli studenti.

In tal modo si potrà massimizzare il profitto e ottimizzare tutte le nozioni che devono essere acquisite, al fine di raggiungere una preparazione completa ed esaustiva dei vari argomenti trattati.

Il metodo di studio per le lezioni a distanza

Ci sono prassi ormai consolidate che permettono di creare un metodo di studio per le lezioni a distanza che possa essere davvero utile per imparare.

Il primo aspetto da considerare è che seguire una lezione a distanza è diverso rispetto a quella in presenza per il tipo d’interazione che permette.

Sono richieste discrete conoscenze dei mezzi informatici, una buona connessione veloce e dispositivi portatili compatibili con i programmi necessari alla piattaforma che trasmette online.

Se la lezione è frontale, cioè in diretta e non registrata, in una classe virtuale bisogna integrare il materiale didattico fornito dall’insegnante con le informazioni e le spiegazioni aggiuntive online.

La formula ideale sarebbe quella di poter interagire durante la lezione con domande che chiariscano concetti o dubbi e riescano ad ampliare l’argomento.

Su questo punto bisogna mettersi d’accordo anticipatamente sia con il docente che con i partecipanti alla lezione virtuale, in modo da avere la possibilità di discutere e arricchire realmente il proprio bagaglio culturale.

Come prepararsi alle lezioni online

È molto utile prepararsi per tempo alle lezioni a distanza, in modo da acquisire i contenuti e farli propri. Come accade nella didattica in presenza è consigliabile prendere appunti, in modo da fissare i riferimenti più importanti.

Lo si può fare a penna in modo tradizionale, ma anche direttamente sul computer, mentre si sta seguendo la lezione. Uno dei programmi più utilizzati e versatili è Onenote, con il quale dividere lo schermo del pc in 2 parti, continuando a tenere aperta la finestra del video.

Un’accortezza utile è quella di silenziare l’audio per non disturbare con il suono della digitazione gli altri utenti, ma per il resto è molto comodo anche questo metodo. Per non distrarsi è il caso di prendere appunti senza essere troppo prolissi, cioè senza voler trascrivere interamente quello che il docente dice, ma usando la mappatura dei concetti.

In tal modo le nozioni legate a ogni argomento possono essere recuperate in seguito, sviluppando le varie voci della mappa di studio concettuale.

Interazione con i docenti e altri utenti delle lezioni a distanza

L’interazione con i docenti è importante quanto quella con gli altri utenti della classe virtuale, che segue le lezioni a distanza.

Non si tratta soltanto di domandare chiarimenti, ma di approfondire l’argomento in modo che sia completamente chiaro.

Di solito sono disponibili dispense, slides, presentazioni in Power Point a integrazione delle lezioni online, ma se questo non basta è d’obbligo chiedere di più.

Il modo per evitare confusione durante la didattica a distanza è parlare uno per volta, senza mai accavallare le voci.

In questo modo è data a tutti la possibilità di partecipare e dare anche un contributo utile anche agli altri.

Il confronto con tutti i partecipanti e gli insegnanti è anche il punto focale del processo di apprendimento, per questo è importante intervenire, scambiare anche materiale, a integrazione di quello già presente e approfondire con altri testi.

Studiare con la didattica a distanza 

La didattica a distanza ha il vantaggio di far risparmiare tempo ed energie che si possono poi dedicare allo studio.

Il consiglio è quello di riguardare le lezioni a distanza e, se non è già stato fatto direttamente sulla piattaforma, dividerle in spezzoni per argomento. In tal modo si avranno le idee più chiare, ci si potrà soffermare sull’approfondimento di alcuni aspetti e si potranno anche richiedere dei collegamenti personalizzati con gli insegnanti, ove necessario.

È molto utile anche eseguire dei test di verifica, sia con domande a risposta multipla che aperte, in modo da capire quanto è stato assimilato durante l’ascolto.

Parecchio interessanti sono anche i forum di discussione per scambiare informazioni, pareri, impressioni e consigli. Il confronto è sempre proficuo per vivere fino in fondo l’esperienza della didattica a distanza come un valore aggiunto, per chi vuole migliorare la propria preparazione e anche per chi ama la cultura per arricchimento personale.

Oltre al forum si possono sfruttare le chat anche audio e i video pre-registrati per porre domande, in modo da rendere tutto più fluido e quanto mai più vicino all’interazione tradizionale.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento