Lavorare in America come cuoco: quanto si guadagna?

Lavorare come chef è il sogno di moltissime persone appassionate di cucina. Spesso, tuttavia, soprattutto i più giovani ambiscono non solo a fare il cuoco, ma anche a trasferirsi all’estero. Le mete sognate sono moltissime anche se nella maggior parte dei casi gli Stati Uniti restano il luogo più ambito. Lavorare come cuoco in America può essere molto gratificante: tuttavia è sempre bene ricordare che anche negli Stati Uniti, proprio come in Italia, non tutti i cuochi ricevono lo stesso trattamento economico. Molto dipende infatti dal tipo di locale in cui lavorano nonché dal titolo e dalle certificazioni, ossia dal curriculum che possono presentare.

Quando si parla del lavoro di chef, infatti, vanno considerati sia l’anzianità – ovvero gli anni di esperienza – sia il ruolo da ricoprire in cucina. Lo chef è il cuoco qualificato, quello che dirige la cucina e ne è il diretto responsabile, definisce i menu, si coordina con il direttore del ristorante e con i fornitori per gli ingredienti necessari e controlla che venga rispettato lo stile e la presentazione delle portate che arrivano al tavolo. Per essere precisi, si dovrebbe parlare non solo di chef ma di Executive Chef, ossia capo-cuoco.

Ogni Executive Chef ha un vice, ossia il Sous Chef. Questi presenta un ruolo di minore responsabilità rispetto al capo, ma può essere comunque considerato un cuoco di alto livello. Quando manca l’Executive Chef, è a lui che tutti devono fare riferimento in cucina.

A seconda del tipo di ristorante e, quindi, del personale a disposizione, possono poi essere presenti altre figure professionali: si tratta sempre di cuochi, ma con ruoli e responsabilità differenti. Lo Chef de partie ad esempio è il responsabile della preparazione delle salse e dei condimenti; lo Chef Garde-Manager è invece il cuoco che si occupa della pulizia e preparazione di carni e pesci; lo Chef Entremetier, infine, è il responsabile della preparazione dei primi piatti. A queste figure professionali si possono poi affiancare gli aiuto-cuochi, in numero più o meno ampio a seconda delle dimensioni della cucina e, quindi, del locale.

Tutte queste figure professionali possono avere stipendi differenti pur essendo sempre considerati cuochi. Inoltre, come già evidenziato, oltre al ruolo specifico, la differenza di stipendio può dipendere anche dal locale in cui si lavora.

Diventare cuoco per lavorare in America

Per avere la certezza di lavorare come cuoco in America è necessario disporre di un diploma o una certificazione che attesti le proprie competenze nel settore. Senza un diploma di scuola alberghiera, o se non si ha già una buona esperienza comprovata nel settore, si può scegliere di seguire corsi di formazione abilitanti per ottenere la qualifica di cuoco. Tra i corsi più interessanti nel settore ci sono sicuramente quelli di CEF (Centro Europeo di Formazione) i quali permettono di raggiungere un elevato livello di professionalità seguendo sia corsi di formazione online che pratici in cucina. In tal modo, anche se già si lavora, si potrà migliorare la propria preparazione o seguire il proprio sogno di diventare cuoco per poi scegliere di volare negli Stati Uniti alla ricerca di esperienze lavorative nuove e stimolanti.

Naturalmente, prima di imbarcarsi verso il Nuovo Continente è fondamentale informarsi sulle possibilità di lavorare come cuoco in America e, soprattutto, su quali siano gli stipendi medi negli Stati Uniti nel settore della ristorazione. Va subito evidenziato che gli USA sono molto vasti per cui non è sempre facile definire uno stipendio medio per un cuoco. Oltre al ruolo, all’esperienza e al titolo, infatti, si deve pensare che anche la città – e lo Stato – in cui si va a lavorare può incidere sullo stipendio. Ad esempio, se si è un cuoco specializzato in cucina italiana, si potrà facilmente trovare un lavoro a New York o in molte città della California, ma potrebbe essere più difficile trovare un posto ben pagato nel Montana.

Ancora, se si è professionisti di comprovata esperienza, si potrà essere richiesti per eventi speciali per cui definire lo stipendio, in questo frangente, diventa più complesso: alcuni cuochi, infatti, possono essere considerati dei veri e propri free-lance che vengono chiamati per eventi speciali, per cerimonie o feste private. Quello che è sicuro è che in ogni caso la cucina italiana è sempre molto apprezzata oltre oceano per cui avere le giuste competenze per poter lavorare come cuoco in un ristorante in America rappresenta sicuramente un’ottima possibilità di inserimento.

Classico o fusion

Un particolare aspetto da prendere in considerazione quando si lavora in America come cuochi è la possibilità di mixare elementi di cucina classica italiana con gusti locali. La cucina fusion è sempre molto apprezzata in America e la possibilità di variare le ricette classiche rendendole più adatte ai gusti americani garantisce una maggiore possibilità di successo come cuoco. Per questo motivo, è fondamentale avere non solo una buona conoscenza di piatti e ricette nostrane, ma anche conoscenze dei gusti tipici degli americani, per poter diventare un vero cuoco di successo e avere la possibilità di raggiungere uno stipendio molto soddisfacente, da vero professionista del mondo della cucina.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento