Sicuramente è capitato a tutti di trovarsi a desiderare, almeno una volta nella vita, di poter mollare tutto e cominciare una nuova vita daccapo, in qualche parte del mondo dove nessuno ci conosce e lontano da ciò che quotidianamente ci stressa.

Se da una parte vi sono i giovanissimi, vittime spesso di una precarietà che non offre nessuna garanzia, dall’altra vi sono anche persone con qualche anno di lavoro alle spalle, che si trovano loro malgrado a vivere quella stessa precarietà, oppure che si sentono sempre più stanchi e demotivati da un lavoro che svolgono da anni e che non offre sbocchi e possibilità di carriera.

Ma si può davvero cambiare vita a 50 anni e ripartire da zero? Lasciare il lavoro che non ti piace è possibile? Leggendo questo articolo capirai che, non solo è possibile, ma molto spesso è anche la soluzione ottimale per arrivare al successo anche in un’età che per molti è ormai invece considerata troppo avanzata per cambiamenti radicali.

Come cambiare vita a 50 anni: primi passi per tornare a spiccare il volo

Se sei giunto fin quì è perché anche tu senti il desiderio di avere nuove chances. Sappi che anche a 50 anni puoi davvero cambiare vita, seguendo alcuni semplici consigli. La prima cosa che puoi fare per iniziare a realizzare il tuo sogno è sicuramente quella di scandagliare tra le tue conoscenze. Non è raro infatti trovare, tra amici e conoscenti, qualcuno che già lavori come imprenditore e che potrebbe darti una mano ad entrare in un mondo nuovo, offrendoti opportunità oppure magari presentandoti qualche contatto utile.

Altra cosa che potresti fare, quella probabilmente più valida, è quella che prevede una buona formazione. Anche se sei fuori dagli ambiti scolastici o universitari da molti anni, non significa che tu non possa iniziare di nuovo ad apprendere e scoprire il tuo talento. Nuove conoscenze tecniche e teoriche potranno interessare ambiti che già conosci, fornendoti una preparazione approfondita, oppure settori completamente nuovi. Ricorda che anche chi già lavora da molti anni può trovarsi nella necessità di frequentare corsi di aggiornamento, per cui non sentirti fuori luogo nel momento in cui riapri i libri dopo molto anni che li hai relegati in un cassetto.

Anche un curriculum vitae aggiornato è fondamentale per riaffacciarsi nel mondo del lavoro. Riprendi quel foglio e rendilo più appetibile inserendo al suo interno tutte le nuove competenze acquisite negli anni, i percorsi scolastici intrapresi, i corsi con cui ti sei aggiornato e le tue ambizioni.

Ricorda di inserire all’interno del curriculum anche eventuali esperienze di volontariato. Se anche non ti hanno permesso di ottenere una retribuzione sono comunque esperienze che hanno arricchito il tuo bagaglio di esperienze.

Vi sono poi dei portali appositi, dove potresti inserire il tuo curriculum. Pensa alle enormi opportunità che potrebbe offrirti una eventuale iscrizione a siti come Linkedin.

Come ricominciare da zero a 50 anni con un investimento di capitale

Se hai ricevuto importi anche piuttosto elevati dalla tua precedente occupazione (come ad esempio il trattamento di fine rapporto), potresti anche pensare di ricominciare da zero investendo quei soldi. Potresti pensare di investire il tuo piccolo capitale in una start up, ovvero un’azienda che porterà sul mercato un prodotto o un servizio specifici. Le idee in questo settore non mancano e potrai scegliere quella che meglio rispecchia le tue attitudini. Se ti senti portato per lavori che prevedano aiuti concreti per gli altri potresti prendere in considerazione l’apertura di un’agenzia che si occupi di servizi alla persona, mentre se le tue preferenze vanno verso lavori amministrativi le idee per sbocchi interessanti non mancano davvero.

Un ultimo consiglio: accontentati ma senza mai mollare

Se già lavori ma quello che fai non ti piace più oppure sei alla ricerca di un lavoro a 50 anni, potresti anche trovarti davanti a proposte che non soddisfano al 100% le tue aspettative. Il consiglio? Accettale, se queste ti permetteranno di affrontare periodi intermedi da dedicare comunque alla ricerca della professione ottimale. Potrebbero permetterti di riprendere gli studi e sostenere le spese di corsi di specializzazione, oppure semplicemente di trascorrere serenamente il tempo necessario per trovare l’occupazione ideale.

Se invece ancora lavori ma stai pensando di cambiare comincia a dedicare del tempo alla ricerca della nuova occupazione senza però lasciare il tuo vecchio lavoro. Magari poniti dei limiti temporali con degli obiettivi che ti permetteranno di mettere da parte il denaro necessario per iniziare una nuova start up.

Accontentarsi non significa mollare il sogno, ma semplicemente impegnarsi per dare a quel sogno maggiori opportunità.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento