Seguire la propria passione: analizzare e pianificare il tempo

Alcune persone godono della fortuna di lavorare in ambienti in cui possono coltivare liberamente le proprie passioni. Invidiati per il loro successo, i prediletti della Dea Bendata affrontano la vita con leggerezza, apparendo solari, gioiosi e brillanti. Non temono la sveglia del mattino, amano fare gli straordinari e sfoggiano sorrisi impeccabili. Se sono anche liberi professionisti, hanno il pieno controllo del proprio tempo e possono godersi maggiormente famiglia, amicizie e relazioni sentimentali.

La maggior parte degli uomini e delle donne, tuttavia, ha sacrificato gli anni migliori della propria vita pur di ottenere un impiego sicuro. L’indipendenza è infatti la chiave del successo e, senza di essa, è impossibile immaginare un futuro roseo. Ciò che dona energia, felicità e completezza, è seguire le proprie passioni, senza rinunciare alla stabilità economica. Conciliare gli impegni quotidiani con pulsioni ed ambizioni, può apparire un’impresa titanica, ma non con le giuste strategie! 

Va detto che la percezione che si ha della routine giornaliera, è molto distante dalla realtà. I “tempi morti”, infatti, non mancano mai e, spesso, vengono riempiti in modo improduttivo. Fare zapping in TV, scrollare la home dei social, giocare con le App, sfogliare le pagine degli e-commerce, giusto per fare qualche esempio. Nessuno si accorge delle ore consumate male, eppure è un’abitudine radicata nella società. Evitare le perdite di tempo, è perciò essenziale ed impone un’analisi onesta della propria routine. Basta tenerne traccia su di una qualsiasi agenda, digitale o cartacea che sia, per almeno un paio di giorni. 

Trovare la propria passione e trasformarla in lavoro

A chi non piacerebbe un’entrata extra, ottenuta senza stress né particolari sacrifici? È il sogno nel cassetto di chiunque, poiché rappresenta il perfetto compromesso tra investimento e gratificazione. Chi è riuscito a trasformare i propri hobby in lavoro, si è assicurato la serenità, ma ha dovuto anche lavorare su sé stesso. Non tutti sono infatti consapevoli delle proprie abilità né conoscono davvero le passioni scritte nel loro DNA. Magari alle superiori si impazziva per l’aerobica, il make-up o il cinema, ma da adulti tutto può cambiare. È necessario, quindi, fare un po’ di orientamento prima di gettarsi a capofitto in un nuovo progetto.

Non tutti gli hobby, tra l’altro, possono essere convertiti in moneta sonante, sebbene incrementino benessere ed autostima. Si può provare a scoprire il proprio talento frequentando corsi online, gruppi di lettura, ambienti artistici ed associazioni di varia natura. In seguito è necessario discernere ciò che dona pace da ciò che appaga pienamente, poiché non sono sensazioni equipollenti. Insomma, inutile spacciarsi per appassionati di fitness se, in tutta sincerità, si è fatta l’iscrizione in palestra solo per rimodellare la silhouette. La passione, infatti, dona euforia e non viene minimamente percepita come sacrificio.

Prepararsi a stravolgere la routine, rivendicando i propri spazi, è lo step iniziale per il successo. In casi estremi, si può anche cambiare lavoro pur di seguire la propria passione, ma questo soltanto se la nuova attività è sufficientemente remunerativa. Un valido aiuto è rappresentato poi dalla lettura di testi motivazionali, magari di tipo autobiografico, dove gli autori suggeriscono tutti i trucchi del mestiere.

Conciliare le passioni ad ogni età

Ogni essere umano è dotato di talenti particolari, evidenti sin dal primo giorno di vita, oppure scoperti in età più avanzata. Bambini e adolescenti non hanno da temere: avendo parecchio tempo a disposizione, possono conciliare l’amore per la musica, la danza, la piscina o i videogiochi senza particolari difficoltà. Anche loro, comunque, hanno impegni improrogabili, principalmente legati all’istruzione, che hanno sempre la precedenza. 

Gli adulti, vessati da mille impegni quotidiani, fanno più fatica ad investire le proprie energie in qualcosa che li appassioni. Questo non deve però scoraggiare, poiché è possibile plasmare la propria giornata adottando piccole strategie: 

  • Ridurre al minimo la permanenza sui social, salvo il desiderio di imporsi come influencer o content creator.
  • Declinare inviti a feste ed eventi ritenuti superflui.
  • Distribuire equamente i lavori domestici tra i membri della propria famiglia per far sì che ognuno possa dedicarsi ai propri impegni o alle proprie passioni equamente.
  • Evitare l’apertura di mail promozionali ed il girovagare sugli store online, se disinteressati agli acquisti.
  • Rimuovere dallo smartphone giochi impegnativi e passatempi, sostituendoli con tool per la gestione del tempo.

Dopo il pensionamento, i ritmi di vita si fanno meno frenetici, perciò è facile scoprire abilità ed interessi di varia natura. Dalla pittura al giardinaggio, dall’apicoltura alle escursioni, sono tante le attività capaci di entusiasmare i più maturi. Parte di queste, pur richiedendo un congruo periodo di formazione, può trasformarsi addirittura in occupazioni full time.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento