Essere licenziati è un’esperienza traumatica, che può essere vissuta come un fallimento. Il licenziamento può provocare notevoli conseguenze non soltanto per il lavoratore, ma anche per i membri della sua famiglia, sia a livello economico che psicologico. Per capire come superare un licenziamento e ripartire con un nuovo lavoro, abbiamo alcuni suggerimenti per voi, continuate a leggere per saperne di più!

Accettazione del licenziamento

Il primo passo per superare un licenziamento e ripartire subito con slancio e vitalità, è quello dell’accettazione: non bisogna evitare di parlarne con amici e familiari e nascondere la nuova situazione perché è importante sfogarsi. L’autocommiserazione e la disperazione non serviranno a niente in questo periodo, anzi potrebbero contribuire a peggiorare la situazione e a rendervi sempre più tristi e privi della voglia di ricominciare. Per accettare il licenziamento è necessario analizzare quali siano i motivi che hanno spinto il datore di lavoro a fare questo difficile passo: incapacità, mancanza di requisiti professionali, incompatibilità con i colleghi, riduzione dell’organico, mancanza di risorse, ecc. Dopo aver compreso il motivo alla base del licenziamento, se è dipeso dal vostro comportamento o dalla mancanza di alcuni requisiti professionali, allora potrete intervenire su questo aspetto e migliorare sia le vostre capacità professionali che le vostre abitudini in ambito lavorativo; se invece si tratta di una causa non dipendente da voi, allora dovrete soltanto ricercare qualcosa di nuovo e iniziare una diversa carriera lavorativa, anche nello stesso settore.

Analizzare le proprie capacità professionali

Prima di iniziare la ricerca di un altro lavoro e affrontare nuove sfide, potrete concedervi un periodo di tempo per analizzare quali siano le vostre capacità professionali e quali le skills che avete acquisito con il precedente impiego. Per avere un quadro preciso e dettagliato, potrete stilare una vera e propria lista delle competenze, così da affinare la ricerca e selezionare soltanto quei lavori che siete in grado di fare o che possono essere vicini al vostro profilo professionale. Dopo aver stilato questa lista, potrete iniziare con la ricerca di una nuova occupazione, iscrivendovi alle piattaforme internet che pubblicano annunci e offerte di lavoro, inserendo il vostro curriculum aggiornato e tutte le informazioni che possano essere utili al vostro futuro datore di lavoro. Per ricercare un nuovo lavoro, rivolgetevi a un centro per l’impiego o consultate la gazzetta ufficiale, dove vengono pubblicati tutti i concorsi e le selezioni per le amministrazioni pubbliche e altri enti. Il classico passaparola con amici, ex colleghi e familiari non è da sottovalutare, visto che potrebbero conoscere qualche azienda che ricerca personale. Per completare la ricerca del lavoro, non dimenticate che anche i social network possono esservi utili, come Linkedin, la piattaforma social per chi vuole iniziare una nuova carriera lavorativa, basterà iscriversi e pubblicare le proprie esperienze lavorative.

Acquisire nuove competenze

Come abbiamo sottolineato in precedenza, in alcuni casi il motivo del licenziamento potrebbe essere dovuto alla mancanza di alcune competenze necessarie per svolgere un determinato lavoro o incarico, quindi è necessario acquisirne di nuove per ripartire e trovare il lavoro dei propri sogni. Il licenziamento può essere l’occasione per trovare un impiego che più vi piace o che vi garantisce un migliore trattamento economico, ma per ottenerlo è necessario sempre aggiornare le proprie capacità, magari iscrivendovi a dei corsi di formazione a distanza che abilitano subito all’esercizio di una nuova professione. Su internet si possono trovare numerosi corsi di formazione a distanza, ma se ricercate un corso che vi fornisca le giuste competenze professionali e che vi garantisca una preparazione completa e utile per il vostro futuro impiego, vi consigliamo di iscrivervi a CEF (Centro Europeo di Formazione). Il CEF organizza diversi corsi di formazione, per trovare un lavoro nel settore sanitario, dell’assistenza, della ristorazione e della bellezza.

Come scegliere un corso di formazione professionale

Per scegliere il corso di formazione, è necessario decidere in quale campo volete operare e quale debba essere la preparazione necessaria per svolgere tale occupazione. Dopo aver individuato la professione, il nostro consiglio è di scegliere i corsi di formazione a distanza, in questo modo avrete la possibilità di seguire le lezioni in base ai vostri orari e alla vostra disponibilità e nello stesso tempo monitorare il mondo del lavoro, ricercando tra le varie offerte. I corsi online di formazione a distanza sono strutturati per consentire ai lavoratori di migliorare le capacità già acquisite o di iniziare un nuovo percorso formativo, se si è alla ricerca di una diversa professione. Ad esempio, i corsi CEF, vi garantiscono la possibilità di acquisire delle competenze ricercate per svolgere il lavoro che state cercando o di intraprendere una nuova carriera imprenditoriale in un settore dove non avete mai operato.

In conclusione, il licenziamento non deve essere mai percepito come un fallimento personale, ma deve invece essere considerato come l’opportunità per crescere e cambiare stile di vita o per trovare una nuova stabilità economica.

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento