Cuoco in Olanda: come intraprendere questo percorso

Al giorno d’oggi sono tante le persone che si recano all’estero in cerca di lavoro. Una delle mete più ambite è senza dubbio l’Olanda che ha una qualità della vita piuttosto alta e permette di ottenere degli stipendi ottimali in base alle professioni svolte. Lavorare in Olanda per un italiano non è molto difficile soprattutto se si conosce bene l’inglese e si è già esperti nella propria occupazione.

Uno dei lavori che è maggiormente richiesto in Olanda è senz’altro quello del cuoco. Chi ha questa passione e vuole trasferirsi nei Paesi Bassi però deve sapere che ci sono alcuni accorgimenti necessari da seguire per poter svolgere il lavoro al meglio. Per prima cosa è doveroso assicurarsi di possedere alcuni requisiti fondamentali come una buona conoscenza della lingua inglese (che è la seconda lingua parlata in Olanda dopo l’olandese), una formazione come cuoco professionista, proposta dai corsi CEF, ed essere in regola con la documentazione che serve per vivere all’estero.

Vuoi intraprendere la carriera da Chef?
Scopri subito il Corso per cuoco professionista!

A tal proposito bisognerà dunque munirsi di un documento di identità valido (generalmente è consigliabile utilizzare il passaporto) e della tessera sanitaria europea. Nel caso in cui il soggiorno in Olanda dovesse essere superiore ai tre mesi bisogna recarsi all’Ufficio Anagrafe del paese olandese in cui si risiede e registrare la propria residenza. A questo punto basterà rivolgersi al Comune presentando i documenti e facendo la richiesta. È bene ricordare però che per ottenere la residenza in Olanda è necessario essere in possesso di un contratto di affitto.

Tra i passaggi da non dimenticare c’è poi la registrazione al servizio di immigrazione olandese ovvero IND Immigration and Naturalisation Service in modo tale da dichiarare la propria presenza. È il caso anche di stipulare un’assicurazione sanitaria cosicché da essere sicuri in caso di spiacevoli incidenti. Per iscriversi all’ufficio di collocamento e cominciare a cercare lavoro in Olanda sarà opportuno anche munirsi dell’identità digitale olandese che potrà essere utile anche in caso di altre questioni di natura fiscale. 

Perché diventare cuoco in Olanda: come lavorare all’estero

Fare il cuoco in Olanda è senz’altro vantaggioso per chi vuole intraprendere una carriera lavorativa e sta muovendo i primi passi in questo ambiente. Lo stipendio di un cuoco infatti è piuttosto alto, ma naturalmente esso varierà in base alla sua formazione. Inoltre in Olanda c’è un ottimo sistema lavorativo e un buon rapporto tra le ore di lavoro e il guadagno. Chi preferisce può anche svolgere un lavoro part time dal momento che quest’ultimo è piuttosto incentivato nei Paesi Bassi infatti il reddito medio per chi decide di lavorare in Olanda corrisponde a circa 35.000 euro annui su un part-time di circa 29 ore a settimana mentre, per quanto riguarda lo stipendio medio, i Paesi Bassi garantiscono in genere retribuzioni di circa 1600 euro al mese.

È bene ricordare però che è richiesta la conoscenza dell’olandese oppure l’inglese per avere maggiori possibilità di fare carriera. Senza una buona conoscenza della lingua sarà difficile trovare lavoro e ambientarsi nella nuova realtà. Per cercare lavoro come cuoco in Olanda è possibile iscriversi all’ufficio di collocamento del Paese oppure cercare su internet. Online infatti ci sono molti siti specifici che permettono di trovare un impiego in modo semplice e soprattutto a distanza. In questi casi bisognerà curare attentamente il curriculum vitae in modo tale da impressionare positivamente il datore di lavoro. 

Stipendio cuoco in Olanda: l’importanza di una buona formazione

Per diventare un cuoco professionista in Olanda e avere uno stipendio adeguato è opportuno svolgere dei corsi di formazione per ottenere delle qualifiche specifiche. In questo caso, dunque, può essere utile seguire i corsi CEF che permettono di avere una preparazione ottimale e un’esperienza pratica e teorica in regola per essere un professionista della ristorazione in Italia, come all’estero. Tali corsi si svolgono online e offrono un programma completo. È bene ricordare inoltre che chi vuole lavorare in Olanda dovrà puntare alle città più importanti per essere sicuri di avere maggiori probabilità di successo.

Pertanto è possibile scegliere tra Amsterdam, Rotterdam o L’Aia in cui la qualità della vita è decisamente molto alta. Amsterdam è una città perfetta per chi non ha ancora una preparazione professionale specifica perché offre molte opportunità di lavoro mentre L’Aia e Rotterdam possono essere ideali per chi ha già una buona formazione. Vivere e lavorare in Olanda apporta senz’altro tantissimi vantaggi: qui infatti, oltre agli stipendi più alti rispetto all’Italia , c’è anche un basso tasso di inquinamento e di criminalità.

Vuoi intraprendere la carriera da Chef?
Scopri subito il Corso per cuoco professionista!

Mostra i CommentiDisabilita commenti

Lascia un commento